Monti Centro Storico / Via della Madonna dei Monti

Aggressione musicista a Monti: il pittore torna in carcere

I Giudici del Riesame e la Suprema Corte hanno confermato il ruolo primario assunto dal pittore durante il pestaggio ai danni di Alessio Bonanni

La Corte di Cassazione ha respinto il ricorso avanzato dai suoi legali e disposto l'arresto: torna così in carcere Massimiliano Di Perna, noto come “il pittore” e conosciuto per la triste vicenda del pestaggio di Bonanni avvenuto nel Rione Monti.

Il pittore è stato ritenuto uno dei responsabili dell'aggressione del 25 giugno scorso. Di Perna è stato rintracciato nei pressi della sua abitazione dagli uomini della Digos, che l’hanno bloccato mentre tentava di allontanarsi.

L’arresto è avvenuto dopo che ieri la Corte di Cassazione aveva respinto il ricorso avanzato dai legali del Di Perna contro la decisione del Tribunale del riesame che, accogliendo le ipotesi accusatorie formulate dal Pubblico Ministero D.ssa Silvia Sereni e dal Procuratore Aggiunto Dr. Laviani, ne aveva nuovamente disposto la carcerazione.

In particolare, i Giudici del Riesame e la Suprema Corte hanno confermato il ruolo primario assunto dal pittore nella realizzazione del fatto criminoso, già messo in evidenza nell’immediatezza dalle indagini della Digos. Dopo la scarcerazione, avvenuta nell’agosto scorso, l’indagato si è nuovamente evidenziato per un episodio di violenza avvenuto nel Rione Monti.
Infatti  il 26 maggio scorso, come riportato ampiamente dalle cronache locali, in piena notte, infastidito dal lancio di una bottiglia, il Di Perna ha aggredito un uomo ed una donna che erano appena usciti da un palazzo.


Nella circostanza “il pittore” è stato denunciato dalla Polizia di Roma Capitale. Al termine delle formalità esperite negli Uffici della Questura di Roma, lo stesso è stato associato alla Casa Circondariale di Roma “Regina Coeli”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Aggressione musicista a Monti: il pittore torna in carcere

RomaToday è in caricamento