menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Via Bixio pedonale, residenti infuriati: "Sicurezza a rischio e 90 posti auto in meno"

Al via una raccolta firme indirizzata al municipio e alla sindaca Raggi. "Siamo contrari a un provvedimento che ad oggi non rappresenta il pensiero della totalità dei residenti del quartiere", sostiene Alessandra Catitti, rapprentante del comitato cittadino

Al via la petizione sostenuta dai residenti della zona contro la chiusura al traffico di via Bixio, strada antistante la scuola Di Donato. La decisione del I Municipio penalizzerebbe, a detta dei residenti, l'intero quartiere Esquilino.

La pedonalizzazione

Dopo un lungo iter, ha avuto inizio lo scorso 19 febbraio il periodo “prova” della pedonalizzazione dell’area antistante la scuola elementare del quartiere Esquilino, attualmente transennata. L’inibizione al passaggio e alla sosta dei veicoli, così come ha affermato la presidente del Municipio I Sabrina Alfonsi insieme all’assessora all’ambiente e alla mobilità Anna Vincenzoni, servirebbe “a garantire maggiore sicurezza agli studenti dell’istituto elementare nei momenti di entrata e di uscita dalla struttura”.

La petizione

La chiusura di questo tratto di strada, così come riporta il contenuto della petizione indirizzata anche della sindaca Virginia Raggi, apporterebbe problematiche logistiche non indifferenti. La chiusura sembrerebbe non tener conto degli orari scolastici, ne tanto meno dei tre mesi estivi in cui non vi sono attività didattiche all’interno dell’istituto e che condurrebbe l’intera zona a un graduale isolamento.

Strada deserta, richiamo per il bivacco

“Il municipio sulla base di una richiesta da parte di una associazione e dopo un sondaggio sottoposto a un campione di 169 genitori, ha emanato nel 2020 una direttiva per interdire una intera via al traffico- dicono Roberta De Pau e Barbara Montanari, residenti della zona- basando la decisione sulla sicurezza dei bambini in entrata e in uscita dalla scuola. Sarebbe stato sufficiente interdire il passaggio delle auto limitatamente a tali momenti. Inoltre la  scuola gode di un ampio cortile interno che a parte questo periodo di emergenza viene solitamente utilizzato a tale scopo. Tutto il resto del giorno la strada resta deserta, diventando un richiamo per il bivacco, spaccio ed altre attività illecite con il grave pregiudizio in termini di sicurezza. Nessuno ha tenuto in considerazione l’opinione di noi residenti -continuano- in molti condomini c’è la presenza di numerose persone anziane e famiglie con disabili alle quali non è stato chiesto il proprio parere in merito”.

Sottratti 90 posti auto

L'ulteriore divieto di sosta in aggiunta al divieto di transito prevede la sottrazione di un totale di 90 posti auto a disposizione, una scelta che peggiora una situazione già critica nel quartiere. “L’unico cartello posto all’inizio dell’area transennata- dice una residente- concederebbe l’ingresso ai residenti con veicoli diretti nei fabbricati interni ovvero con parcheggio interno e quindi non a tutti”.

La sperimentazione

Il periodo di sperimentazione proseguirà fino al 31 dicembre 2021, alla fine del quale il comune attraverso una delibera renderà definitiva o meno la chiusura al traffico da via Conte Verde a via Bixio.  "Siamo contrari a un provvedimento che ad oggi non rappresenta il pensiero della totalità dei residenti del quartiere- dice Alessandra Catitti, rapprentante del comitato cittadino- saremmo invece a favore di una pedonalizzazione pensata sulla base dei bisogni, che segua delle fasce orarie e che non sia una condizione perenne". A partire da oggi, lunedì primo marzo, la promotrice Roberta De Pau raccoglierà le firme sotto i portici di Piazza Vittorio, coinvolgendo tutti coloro che non sono d'accordo alla scelta intrapresa dal municipio.

Via Bixio pedonale, residenti infuriati: ?Sicurezza a rischio e 90 posti auto in meno?-3

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RomaToday è in caricamento