rotate-mobile
Esquilino Centro Storico / Viale del Monte Oppio

Colle Oppio, riecco la tendopoli a un mese dallo sgombero: "Una vergogna intollerabile"

La signora Nunzia, proprietaria del chiosco bar presente nel giardino, è allibita. E così i residenti del quartiere. "A cosa è servito lo sgombero dei poliziotti?"

Ne abbiamo parlato un mese fa. Qualcuno nel frattempo è intervenuto, ma lo spettacolo indecente è ancora lì. E circonda i resti delle Terme di Traiano. Un prato occupato da una tendopoli abusiva, un vero e proprio accampamento con tanto di falò per riscaldarsi, vestiti appesi ad asciugare accanto ai cartelli illustrativi dei resti archeologici firmati Roma Capitale. E montagne di rifiuti accatastati sul prato, intorno agli alberi o a pattumiere per lo più rotte o rovesciate. Tutto con vista Colosseo. 

Per chi non lo sapesse, siamo a pochi, pochissimi, metri dal cantiere di restauro della Domus Aurea, nel bel mezzo dei giardini di Colle Oppio, una bellezza della Roma antica. La tendopoli si colloca precisamente su via del Monte Oppio, nel prato sulla destra entrando, trasformato in una distesa di cartoni e birre. 

A segnalarcelo è stato un lettore già i primi di novembre. Raccontava di "una vera e propria tendopoli in uno dei parchi storici più belli di Roma". E descriveva esattamente lo stesso scenario che abbiamo visto oggi. 

"Panni stesi, tende canadesi e cartoni ovunque. Decine di persone, c'e' chi lava, chi ha addirittura acceso il fuoco (ne ho contati ben 6 accesi con foglie morte e rami spezzati ai secolari alberi del parco), chi cucina, chi fuma, chi si lava con secchi d'acqua e chi ancora dorme in vere e proprie piccole casette costruite con cartoni e materiali vari raccattati un po' ovunque". 

Tra la denuncia del residente con foto allegate e il sopralluogo effettuato questa mattina dalla redazione niente è cambiato. Nel mezzo però c'è stato uno blitz degli agenti di polizia e dei vigili urbani. Trenta denunce e un arresto per spaccio. Non è servito a molto. Gli abitanti del 'campo' sono tornati. E, almeno a detta dei cittadini, sono ancora più di prima. 

"E' vergognoso che nessuno faccia niente. Com'è possibile che i poliziotti li sgomberano e questi tornano dopo neanche un mese di tempo? E' giusto forse che io paghi 3 mila euro l'anno di tassa rifiuti e a pochi metri sia tollerato uno schifo del genere?". Nunzia, la proprietaria del chiosco storico presente nel parco, è imbufalita. 

La zona è ufficialmente in mano loro. Se ti avvicini provvedono gentilmente a redarguirti quasi tu avessi varcato il confine di una proprietà privata. Specie se hai in mano un qualunque dispositivo possa immortalarli. In quel caso il tono è tutt'altro che gentile. 

COLLE OPPIO: LE FOTO DELLA TENDOPOLI

?

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Colle Oppio, riecco la tendopoli a un mese dallo sgombero: "Una vergogna intollerabile"

RomaToday è in caricamento