Venerdì, 23 Luglio 2021
Esquilino Centro Storico / Stazione Termini

Controlli a tappeto alla Stazione Termini: arresti e denunce

Diversi i reati contestati dai carabinieri nell'ambito di un'operazione di controllo nella stazione centrale della capitale. Fermati commercianti irregolari e un tassista abusivo

In poche ore, due arresti e due denunce, più un tassista irregolare sanzionato. E' il bilancio di un'operazione di controllo dei carabinieri svolta nei dintorni della Stazione Termini. I militari, in abiti civili ed in divisa, hanno focalizzato la loro attenzione, oltre che su eventuali fenomeni di criminalità, sull’abusivismo commerciale e sul fenomeno dei tassisti non autorizzati. In particolare, gli agenti hanno bloccato un cittadino romeno di 44 anni sul quale l’autorità giudiziaria di Podoleni (Romania) aveva spiccato, già nel 2007, un mandato di arresto europeo per furto aggravato. Portato al carcere di Regina Coeli, dovrà scontare  4 anni e 6 mesi di reclusione.

Poco dopo, i Carabinieri hanno proceduto al controllo di un altro cittadino romeno 26enne, sorpreso in evidente stato di alterazione psico-fisica mentre consumava bevande alcoliche: alla richiesta di esibire i documenti, il giovane ha tentato di dileguarsi aggredendo i militari (uno di loro è dovuto ricorrere alle cure dell’ospedale “San Giovanni” per la frattura di un dito della mano). Inevitabile l’arresto con l’accusa di violenza, resistenza e lesioni a pubblico ufficiale. Un cittadino senegalese di 27 anni ed un cittadino bengalese di 24 anni, invece, sono stati denunciati a piede libero per commercio di prodotti con marchi contraffatti. I due stranieri avevano allestito due bancarelle improvvisate lungo i marciapiedi della stazione ferroviaria, sulle quali erano esposte borse, portafogli, pochette, cinture e berretti con marchi taroccati.

E’ finito nei guai anche un tassista abusivo di 46 anni, originario della provincia di Agrigento ma da tempo residente nella capitale. I militari lo hanno intercettato nei pressi della stazione Termini, a bordo della sua autovettura, sprovvisto di qualsiasi autorizzazione all’esercizio del trasporto di persone. L’auto è stata sequestrata ai fini della confisca, mentre per il 46enne è scattata la sanzione amministrativa prevista dal Codice della Strada.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Controlli a tappeto alla Stazione Termini: arresti e denunce

RomaToday è in caricamento