rotate-mobile

Via Bixio pedonale, provvedimento "indigesto a buona parte del Rione”: presentata una petizione di 900 firme

Continua la diatriba in via Bixio tra residenti e associazione genitori, adesso anche una petizione di 900 firme si oppone al provvedimento di pedonalizzazione ancora in fase di sperimentazione.

Tra transenne e divieti, via Bixio all’Esquilino è off limits. Prosegue la sperimentazione della via protagonista di numerose polemiche che vede da un lato i genitori della scuola Di Donato e dall’altro i residenti che fanno i conti con diversi disagi derivanti dalla pedonalizzazione. “Un provvedimento calato dall'alto e indigesto a buona parte del Rione”, così spiega una residente.

Meno parcheggi, strada chiusa, rischio per la sicurezza soprattutto per il bivacco nelle ore notturne e infine l'impossibilità dei residenti di transitare in auto in prossimità della propria abitazione. Sono queste alcune delle criticità che si sono verificate all’indomani della chiusura. Dopo un primo confronto, si sono susseguite lamentele, polemiche per strada e botta e risposta sui social tra residenti e l’associazione genitori, ma adesso 900 residenti firmano una petizione.

Presentate 900 firme contro la pedonalizzazione

“Contro la pedonalizzazione, abbiamo protocollato circa 900 firme per chiedere all'amministrazione un passo indietro. -spiega la promotrice dell’iniziativa, Roberta De Pau- La decisione di pedonalizzare via Bixio è stata assunta sulla base del parere favorevole di 104 genitori della Di Donato (su 169 intervistati). Ora, 900 firme contrarie sono sintomo di un malcontento che l'amministrazione non può e non dovrebbe ignorare”.

La strada, come si può facilmente constatare da una semplice passeggiata nel Rione, prevede una chiusura h24, rimanendo così semideserta per l’interno arco della giornata, tranne che esclusivamente per gli orari di entrata e di uscita dell’istituto. Un divieto che si riversa sulla mobilità delle vie adiacenti dove il traffico è in aumento e anche la sosta selvaggia. “A testimonianza di come nel quartiere la frattura sia profonda, recentemente alcuni residenti di zona hanno denunciato a gran voce che le automobili dirette verso gli istituti scolastici disattendono i divieti di transito e sosta. - continua De Pau- Durante gli orari di entrata e uscita da scuola di creano degli ingorghi, se da un lato si garantisce sicurezza, nelle tre vie si creano situazioni di pericolo. Premetto che ovviamente il traffico è già notevolmente ridotto dal periodo particolare in cui viviamo.Questo è inaccettabile se pensiamo che proprio molti dei genitori della scuola si sono spesi e si spendono per l'interdizione al transito. La pedonalizzazione crea disagi anche lungo via Conte Verde dove auto in doppia fila coprono la visibilità agli attraversamenti pedonali il che pone inevitabilmente una questione di sicurezza”.

Il provvedimento per essere approvato in via definitiva avrà bisogno di un ulteriore passaggio in assemblea Capitolina dove verranno ulteriormente discussi i termini della chiusura, "il Municipio in virtù della suo esercizio e della sua attiva discrezionale non può non prendere in considerazione di 900 firme contrarie" conclude Roberta De Pau.

Sullo stesso argomento

Video popolari

Via Bixio pedonale, provvedimento "indigesto a buona parte del Rione”: presentata una petizione di 900 firme

RomaToday è in caricamento