rotate-mobile
Martedì, 18 Giugno 2024
Esquilino Testaccio / Piazza Vittorio Bottego

Piazza Vittorio, festa e raccolta firme per salvare la giostra: "No al progetto che la vuole eliminare"

Il nuovo progetto di riqualificazione della piazza prevede l'eliminazione della giostra, lì da anni. Ma genitori e bambini non ci stanno, e chiedono modifiche al piano di riassetto

Mille firme già raccolte e consegnate agli amministratori, e decine di bambini, genitori, anziani tra palloncini colorati, bolle di sapone giganti e giochi di magia per i più piccoli. Il quartiere Esquilino si mobilita per salvare la giostra di piazza Vittorio. Il nuovo progetto di riqualificazione, presentato in un'assemblea pubblica ad aprile alla presenza di municipio e assessorato ai Lavori Pubblici del Comune prevede che l'attrazione venga eliminata. Ma chi porta i figli a giocare lì da oltre dieci anni non ci sta, e chiede modifiche al piano di riassetto. 

"E' un punto di aggregazione da anni, non capiamo perché solo per ragioni estetiche si è pensato di eliminarla senza tra l'altro consultare minimamente i cittadini. Siamo ovviamente d'accordo con la riqualificazione del cuore dell'Esquilino, ma ci batteremo perché la giostra rimanga dov'è". Così Letizia Cicconi, ex consigliera Pd del I Municipio e portavoce di un neonato comitato spontaneo per la causa. "A quanto abbiamo appreso il nuovo progetto vuole toglierla - spiega - per questo stiamo raccogliendo firme con la cittadinanza per chiedere un passo indietro, mille le abbiamo già consegnate all'assessore Pucci e al sindaco Marino, ieri durante la festa ne abbiamo raccolte altre cinquecento". 

Presenti in piazza anche alcuni consiglieri di via della Greca, da Yuri Trombetti, presidente del Consiglio Municipale a Stefano Tozzi, capogruppo FdI-An, che spiega: "Parliamo di un progetto che è stato deciso da un ristretto comitato di persone che prevede di togliere la giostra nel vecchio progetto la giostra rimaneva ed anzi colui che si occupava della gestione veniva coinvolto nella gestione della manutenzione e pulizia. Una follia dove ci sono quotidianamente centinaia di mamme nonne e bambini si vuole togliere l'unico punto di aggregazione e socialità". 

Di lavori per la riqualificazione di piazza Vittorio si parla da tempo. Tra giugno e dicembre, stando al cronoprogramma, dovrebbero partire i cantieri, grazie all'opportunità offerta dal Fai per la progettazione partecipata alla quale ha preso parte il Comitato per Piazza Vittorio Partecipata che da mesi è riunito per pianificare gli interventi. Il tutto da finanziare con un fondo già stanziato per un vecchio progetto della giunta Alemanno, mai andato in porto, di circa 1 milione e 100 mila euro. 

Il progetto, presentato il 15 aprile alla cittadinanza in occasione di un'assemblea pubblica, non prevede opere faraoniche ma piccoli interventi di restyling e manutenzione. Luci nuove, funzionanti per la sicurezza e a basso impatto per l'ambiente. E, appunto, una nuova area giochi. Ma senza giostra, spiega Emma Amiconi, del comitato promotore del progetto, "perché i giochi previsti saranno gratuiti e decisamente più decorosi". 

"Ci sarà tutta l'attenzione possibile e immaginabile ai giochi per i più piccoli, saranno più belli, aperti a tutti e non a pagamento come la giostra attuale che chiamarla giostra mi sembra eccessivo. E' ovvio - conclude - che sia e sia stato un punto di aggregazione per i residenti, ma ciò non significa che non si possa cambiare in meglio, realizzando nuove attrazioni di qualità superiore che i piccoli del quartiere si meritano". 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Piazza Vittorio, festa e raccolta firme per salvare la giostra: "No al progetto che la vuole eliminare"

RomaToday è in caricamento