Martedì, 15 Giugno 2021
Esquilino Esquilino / Via Gioberti

Degrado, vandalismo e prostituzione: l'Esquilino è una bomba ad orologeria. Chiesto l'intervento del Prefetto

Dopo il lockdown il Rione è diventato un Far West. Non solo atti vandalici e aggressioni ma anche la prostituzione

La prostituzione alla luce del sole è l'amara novità lasciata dal lockdown. Va ad aggiungersi al degrado, agli atti vandalici che da mesi hanno trasformato l'Esquilino in una vera e propria bomba da orologeria. Non sono bastate le segnalazioni, gli esposti ai carabinieri e i continui interventi. Così il comitato cittadino Rinascita Esquilino adesso si appella al Prefetto per rimettere in sesto il quartiere del centro storico. Scippi, risse e degrado segnano  la vivibilità dello storico Rione. "Abbiamo bisogno di riprenderci in mano il quartiere” è questo l’obiettivo del comitato cittadino, racconta la vicepresidente.

“Non ci sentiamo rappresentati dalle istituzioni. Dopo il lockdown il Rione è diventato un Far West. Non solo atti vandalici e aggressioni ma anche la prostituzione, aggravata subito dopo il lockdown, periodo in cui il quartiere è stato terra di nessuno. Ormai le risse e i borseggi sono all’ordine del giorno e la situazione è diventata insostenibile”.

Turisti vittime degli scippi

Tra via Gioberti, via Giolitti, via Filippo Turati e via principe Amedeo ogni giorno si documentano con estrema facilità eventi di forte degrado che minano il quieto vivere dei residenti ma anche dei turisti, bersaglio principale dei malintenzionati. “Ma è possibile che nel 2021 dobbiamo ancora assistere a scene di prostituzione e degrado in pieno centro storico?" dice Roberta De Pau, residente del quartiere. "Come si può pensare di riaprire turismo e offrire questo spettacolo indecente ai turisti che gravitano intorno alla stazione Termini, dove esistono alberghi e ristoranti che cercano con mille difficoltà di far ripartire le loro attività. Questa situazione di degrado non è più accettabile, c'è bisogno di un intervento immediato da parte del Prefetto”.

Tensione nel Rione

Il livello di sopportazione da parte dei residenti è ormai al limite. “Abbiamo fatto esposti su esposti, facciamo una fatica incredibile",  afferma il comitato Rinascita. "Ci sono tantissime persone per bene che vivono qui. Purtroppo tutto questo svaluta il quartiere".

"Sono moltissimi i senza tetto che vivono accampati nelle strade dell’Esquilino. A loro si sono aggiunte le prostitute che rendono ancora più urgente l’intervento della autorità competenti. Al Prefetto abbiamo portato tutto anche i video di quello che sta succedendo. Auspichiamo che vengano presi dei provvedimenti seri a riguardo”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Degrado, vandalismo e prostituzione: l'Esquilino è una bomba ad orologeria. Chiesto l'intervento del Prefetto

RomaToday è in caricamento