Esquilino Esquilino / Piazza Vittorio Emanuele II

Piano Esquilino: entro l'anno restyling a piazza Vittorio e messa in sicurezza a Termini

Si va dal progetto partecipato per i giardini cuore pulsante del rione all'installazione di un nuovo circuito di telecamere nello scalo ferroviario in vista del Giubileo. Ieri la presentazione delle tappe del piano

Un progetto di restyling a tappe che entro l'anno metterà a nuovo l'Esquilino, rione centrale e crocevia di della Capitale con la stazione Termini da attenzionare in vista del Giubileo. Ieri pomeriggio l'assemblea alla Casa dell'Architettura, presenti cittadini, comitati, gli assessori all'Ambiente e ai Lavori Pubblici, Estella Marino e Maurizio Pucci e la presidente del I Municipio, Sabrina Alfonsi. Ecco i punti salienti del Piano Esquilino. 

PIAZZA VITTORIO - Tra giugno e dicembre i lavori per la riqualificazione di piazza Vittorio, grazie all'opportunità offerta dal Fai per la progettazione partecipata alla quale ha preso parte un comitato di cittadini che da mesi è riunito per pianificare gli interventi. Il tutto da finanziare con un fondo già stanziato per un vecchio progetto della giunta Alemanno, mai andato in porto, di circa 1 milione e 100 mila euro. 

Luci nuove, funzionanti per la sicurezza e a basso impatto per l'ambiente, restlying dei giochi per bambini, cura del verde e riqualificazione dell'area archeologica, bagni pubblici nella casetta liberty e un punto ristoro. Niente che stravolga la natura ibrida dell'area, un po' piazza, un po' giardino, e niente che renda irriconoscibile un luogo che è simbolo da sempre del rione. Nessuna opera faraonica ma piccoli interventi di restyling e manutenzione. 

"I tecnici del servizio giardini e le associazioni hanno lavorato sul campo, insieme, progettando la migliore sistemazione per ridonare "l'anima verde' alla piazza e al giardino e le linee per la sua conservazione - dichiarano gli assessori - un esempio che può essere guida per altre aree della nostra città".

Ci sarà poi una riqualificazione di locali ed edifici, a cominciare da quelli collocati sotto i portici di Piazza Vittorio (a iniziare da quelli pubblici) nei quali potranno svolgersi attività culturali, sociali, enogastronomiche.

BOULEVARD MERULANA - Prende forma anche il progetto Boulevard Merulana, annunciato mesi fa dal Campidoglio. I commercianti della via si autofinanzieranno per la riqualificazione della strada e la manutenzione del decoro, in cambio di una riduzione della Cosap. 

TERMINI PER IL GIUBILEO - Poi tocca alla stazione Termini. "Entro la fine del mese di aprile - comunicano gli amministratori in assemblea - sarà dato avvio al piano per la messa in sicurezza dello scalo ferroviario". E per il Giubileo alle porte verranno installate in accordo con il ministero degli interni nuove telecamere di sicurezza. E ancora nei prossimi mesi saranno installati nell’area del Primo Municipio e quindi anche all'Esquilino, nuovi bagni pubblici e riqualificati quelli esistenti.

"Quella di oggi è una tappa di un percorso iniziato diverso tempo fa che ha visto come elemento portante la partecipazione e la collaborazione fattiva tra amministrazione e cittadini" esultano assessore e minisindaco. 

"Sono molto soddisfatta perché oggi facciamo un ulteriore passo in avanti nel percorso di riqualificazione dell'Esquilino - ha dichiarato la presidente Sabrina Alfonsi - iniziato con gli interventi su Via Merulana e Piazza Dante, con il recente avvio del processo di partecipazione per la riqualificazione di Via Carlo Alberto e strade limitrofe, fino ai previsti interventi sull'area della stazione termini in vista del prossimo giubileo". Ma non mancano le polemiche dall'opposizione. 

POLEMICHE - "Oggi, dopo 3 anni di ritardo, e senza spiegare che fine abbiano fatto i 2 milioni stanziati da noi, l'assessore ai Lavori Pubblici del Campidoglio Pucci si presenta  con un progetto che sa di beffa in quanto ricalca alcuni elementi che erano emersi già con l'altro percorso". Così in una nota Stefano Tozzi, capogruppo di Fratelli d’Italia nel Municipio Roma centro, e Federico Mollicone, componente dell’esecutivo nazionale di FdI.

Ma la replica del minisindaco arriva secca e a stretto giro. "Dichiarazione di Tozzi e Mollicone veramente fuori luogo".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Piano Esquilino: entro l'anno restyling a piazza Vittorio e messa in sicurezza a Termini

RomaToday è in caricamento