rotate-mobile
Venerdì, 20 Maggio 2022
Esquilino Esquilino / Via Machiavelli

Esquilino senz’acqua, per Acea sono diminuite le segnalazioni. Ma gli inquilini protestano: “Erano inutili”

Il problema avvertito in 42 stabili del municipio I è stato affrontato anche in Campidoglio. Comitato Acqua Esquilino: "Non è un disagio legato ai singoli palazzi"

Sono 42 gli stabili che dal mese di settembre, all’Esquilino, lamentano problemi di afflusso idrico. Un disagio diffuso, che coinvolge centinaia di famiglie, sul quale sono state presentate interrogazioni, in comune ed in municipio, e molti reclami.

La questione è stata affrontata anche nel corso di una commissione lavori pubblici capitolina, durante la quale gli inquilini sono tornati a testimoniare i frequenti disservizi, in alcuni casi quotidiani, a cui devono sottostare. E sono tornati a ribadire la propria contrarietà all’installazione di cassoni per l’accumulo idrico nei singoli palazzi.

I lavori in corso e le segnalazioni diminuite

Il problema sofferto da centinaia di famiglie è ovviamente noto ad Acea che, con un suo responsabile, ha spiegato quali sono gli interventi messi in campo. Dallo scorso ottobre la municipalizzata sta lavorando “per avere una maggiore stabilità dell’afflusso idrico in tutte le ore, comprese quelle di maggior prelievo”. Con il risultato, per ora raggiunto, di aver guadagnato “due metri medi di pressione” oltre a quelli già previsti da contratto. E “da ottobre ad oggi – ha rilevato il responsabile di Acea – una diminuzione delle segnalazioni ai nostri sistemi” riferendosi al numero verde. Un fattore non secondario perché, è stato spiegato, “sulla base delle segnalazioni che ci pervengono, noi andiamo a monitorare anche le azioni che facciamo”. Un aspetto, quest’ultimo, che ha prestato il fianco a qualche osservazione.

Perchè diminuiscono le chiamate al numero verde

“Spiace rilevare la soddisfazione dell’azienda nel dichiarare che i reclami dei cittadini sono diminuiti, senza capire che è perché gli utenti, dopo decine di Pec senza risposta, si stanno muovendo per vie legali” ha commentato Federica Festa, capogruppo M5s nel primo municipio. Dello stesso avviso anche Eleonora Tiliacos, la portavoce del comitato “Acqua Esquilino” che, raggiunta telefonicamente da Romatoday, ha spiegato che “la gente ormai non segnala se non dopo alcune ore, anche perché prima di 8 ore loro per regolamento non hanno obbligo di mandare squadra. E molti si affidano direttamente alle Pec di amministratori condominiali” oltre che alla chat attivata dagli stessi inquilini che, da settembre, lamentano costanti problemi di afflusso idrico.  E nel farlo, ha sottolineato Tiliacos, puntano l’indice nei confronti di “un problema che è generale e non legato ai singoli condomini” visto che tende a presentarsi, sincronicamente, in più palazzi.  

Il prossimo appuntamento

“Abbiamo chiesto ad Acea di svolgere maggiori approfondimenti – ha commentato Antonio Stampete, il presidente di commissione – perché la situazione nel rione negli ultimi mesi si è aggravata. Ci siamo dati una decina di giorni di tempo, poi tornerò ad interpellare Acea per capire come procedere”. Gli inquilini dei 42 stabili, nel rione Esquilino, restano vigili in attesa. E continuano a segnalare.
 

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Esquilino senz’acqua, per Acea sono diminuite le segnalazioni. Ma gli inquilini protestano: “Erano inutili”

RomaToday è in caricamento