Mercoledì, 23 Giugno 2021
Esquilino Esquilino / Piazza dei Cinquecento

LETTORI – "Atac, la mia disavventura con le macchinette per i biglietti"

Un lettore ha segnalato alla redazione una disavventura avvenuta a Termini: la macchinetta per acquistare i ticket di viaggio sembrerebbe non restituire le banconote che comportino un resto superiore ai 4 euro perché 'modificate'

Un lettore di RomaToday, Giuseppe T., ci ha inviato una lettera per raccontarci una truffa subita nella stazione Termini. Delle macchinette self service per i biglietti sarebbero state infatti modificate, in modo da trattenere le banconote inserite.

Ero tornato da Firenze e, una volta a Termini, dovevo comprare un ticket per arrivare a Ponte Mammolo. Quando ho inserito la mia banconota da 20 euro per acquistare il biglietto però non è successo niente. La macchinetta non mi visualizzava l’importo e nemmeno mi restituiva il denaro. Ho poi scoperto che la macchinetta non dava un resto superiore ai 4 euro, ma che in quel caso restituiva la banconota. Solo che a me non è tornato niente. Quando ho chiesto ad un dipendente ATAC che stava li vicino lui si è avvicinato ed ha controlato la macchinetta con l’aria di chi aveva già sentito una storia come la mia. A quel punto mi ha detto che alcuni ladri bloccano la fessura di restituzione delle banconote, per passare poi a recuperarle di notte. Quando ho sentito questa cosa gli ho subito chiesto perché non avessero segnalato questa possibilità, ma lui mi ha risposto: “E che devo fare io, che ci scrivo?”. A quel punto ho chiesto il nome del dipendente per segnarmelo, e per fare qualche comunicazione scritta di protesta. Ma lui, a quel punto, ha perso sicurezza ed è caduto dalle nuvole, dicendomi: "Non ti posso assicurare che sia così, il mio nome non te lo do”. Domani andrò dal mio avvocato per sporgere denuncia, non per i 20 euro, ma per una questione di principio. Non è possibile che in una capitale europea come Roma accadano queste cose. A Termini passano ogni giorno tantissime persone e questi ladri la devono pagare”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

LETTORI – "Atac, la mia disavventura con le macchinette per i biglietti"

RomaToday è in caricamento