rotate-mobile
Martedì, 30 Novembre 2021
Esquilino Esquilino

Esquilino abbandonato, Prefetto applica Daspo urbano. Raggi esclude Alfonsi da tavolo della sicurezza

Il Comitato provinciale per l'ordine e la sicurezza pubblica si è riunito in Campidoglio stilando una serie di provvedimente per garantire la tranquillità ai residenti

Un rione storico di Roma abbandonato. L'Esquilino, da tempo, è ormai terra di nessuno. Il quartiere multietnico della Capitale negli ultimi giorni è stato lo scenario di uno stupro ai danni di una anziana clochard sotto i portici di piazza Vittorio e l'accoltellamento di un senza fissa dimora in seguito ad una furibonda lite con un altro "invisibile" fra la zona del Colle Oppio ed i portici del quartiere adiacente alla stazione Termini.  

Il tavolo della sicurezza all'Esquilino

I residenti ed i comitati di quartiere, più volte, hanno chiesto interventi risolutivi. Dopo la serie di controlli dei Carabinieri nella zona del I Municipio, ieri è andato in sena in Campidoglio il Comitato provinciale per l'ordine e la sicurezza pubblica. Una riunione fiume di 2 ore e mezza a cui hanno partecipato il questore di Roma, Guido Marino, il comandante provinciale dell'Arma dei Carabinieri, generale Antonio De Vita, e il sindaco di Roma, Virginia Raggi. Tutti tranne Sabrina Alfonsi la minisindaca del I Municipio.

"Raggi non mi ha invitata"

"La sindaca ha ritenuto non indispensabile la mia presenza - ha detto all'agenzia Dire - Non è una questione di presenzialismo, ma avendo lavorato tanti mesi con la Prefettura avrei voluto raccontare dove le problematiche si fermano. Avevo scritto una lettera alla sindaca per far chiedere alla prefetta di fare un tavolo sull'Esquilino ma sono stata ignorata. Serve una maggiore presenza delle forze dell'ordine per lo meno per riportare una sicurezza in queste giornate dove c'è stato un allarme molto più forte dei mesi precedenti". 

Carabinieri Esquilino

Fioriere nel quartiere

Nonostante l'assenza di Alfonsi, i primi passi si sono mossi. Gli Uffici di Roma Capitale si sono impegnati ad adottare una serie di interventi volti al potenziamento dell'illuminazione pubblica, all'intensificazione dei servizi di manutenzione e di igiene urbana della piazza Vittorio Emanuele II, dei giardini Calipari e delle aree circostanti. Apposite fioriere verranno posizionate lungo i marciapiedi di via Principe Amedeo per circoscrivere il fenomeno dell'abusivismo commerciale.

Arriva il Daspo urbano all'Esquilino

Infine si è deciso di dare il via libera al Daspo urbano che prevede una sanzione da 100 a 300 euro e un ordine di allontanamento dal luogo della condotta illecita. "Non credo che si risolva il tema dell'Esquilino solo con il Daspo urbano - ha aggiunto Alfonsi - L'Esquilino ha bisogno di tante e costanti azioni ed è quello che è mancato in questo periodo. Ne parla bene la lettera che hanno scritto i residenti alla Sindaca, alla quale ho dato il mio sostegno e ho scritto una nota aggiuntiva. Piazza Vittorio è nel degrado più assoluto, non sono stati fatti i giardini, non sono stati chiusi i cancelli".

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Esquilino abbandonato, Prefetto applica Daspo urbano. Raggi esclude Alfonsi da tavolo della sicurezza

RomaToday è in caricamento