CentroToday

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Colle Oppio, tra degrado e bivacchi: l'esasperazione dei residenti

Il volto di piazza Vittorio e di Colle Oppio sta cambiando: pulizia, bonifica, civiltà. Da un lato ci sono le "Notti di Cinema", dall'altro sta arrivando "All'ombra del Colosseo". Ma i residenti: "È la solita "pezza a colori. A settembre sarà come prima".

 

I residenti di Colle Oppio e quelli di Piazza Vittorio passano le giornate in trincea. Lotta sui social e con le istituzioni, per riprendersi quello che dovrebbe essere un angolo di paradiso e di storia nel cuore della Capitale. "È inutile prenderci in giro: al di là dell'ordinaria manutenzione dei parchi, del verde incolto, dell'erba secca, dei rifiuti, qui il problema è il degrado portato daI bivacchi e dagli accampamenti di chi nel parco dorme, cucina, mangia, si lava, stende i panni e fa i propri bisogni", spiega Valentina Salerno dal Comitato Cittadini di Colle Oppio. "Molte di queste persone non sono più neppure del circuito dell'accoglienza, o non ci sono mai state. O, se ci sono state, non ha funzionato".

"Siamo al collasso".

E il racconto è quello della sintesi di tutti i mali di Roma: immondizia e cassonetti che strabordano, materassi in mezzo alla strada, materassi nei giardini e nel parco, usati come rifugio tra i cespugli. Topi, bivacchi, panchine come giacigli, illuminazione che manca o che è mancata. Qualche giorno fa, la targa "Giardini Nicola Calipari" di piazza Vittorio è stata fatta in mille pezzi: l'esasperazione dei cittadini ha immediatamente portato a pensare a un atto vandalico, per poi scoprire che era stata distrutta da un mezzo pesante in movimento, in seguito multato dalla Polizia Municipale. 

La bonifica dei giardini di piazza Vittorio e del parco di Colle Oppio

In questi giorni, il volto di piazza Vittorio e di Colle Oppio sta cambiando: pulizia, bonifica, civiltà. Da un lato ci sono le "Notti di Cinema", dal'altro sta arrivando "All'ombra del Colosseo". Da un lato c'è sollievo, dall'altro pessimismo. "È la solita "pezza a colori" perché "passato il Santo, passa anche la festa!" E tutto ricadrà nuovamente nell'oblio più totale", si legge su Facebook. "La verità è che se ne fregano delle nostre rimostranze, foto, testimonianze; fatica sprecata! Hanno pulito perchè Agis e Anec lo hanno richiesto! O vogliamo vedere ancora gli asini che volano?". "Tamponiamo l'estate, che è il momento più delicato", dice ancora Valentina . "In questo periodo, infatti, gli accampamentid i persone che dormono qui arriva anche alle 2-300 unità. Il problema di queste persone rimane: non staranno qui, andranno da un'altra parte. Il problema è solo spostato. Rimandato a settembre". 

Potrebbe Interessarti

Torna su
RomaToday è in caricamento