Esquilino

Cinema Apollo, niente bando nel 2018: i lavori slittano e l'amianto resta dov'è

L'assessore Gatta assicura: "Li utilizzeremo nel 2019". Ribatte la presidente Alfonsi: "Non conosce il funzionamento del dipartimento"

Niente lavori entro il 2018. Come pronosticato già dai comitati di quartiere, per la rimozione dell'amianto all'ex cinema Apollo all'Esquilino tocca aspettare. E il fondo di un milione di euro stanziato a bilancio appositamente per la messa in sicurezza della struttura?

"Non andranno persi, li utilizziamo nel 2019". Lo ha assicurato l'assessore ai lavori pubblici Margherita Gatta durante un'intervista rilasciata due giorni fa a Radio Roma Capitale. Parole che però non hanno affatto convinto gli amministratori municipali. 

"Il finanziamento va perso se non utilizzato entro l'anno - ribatte la minisindaca del I municipio a guida dem Sabrina Alfonsi - lo ha ribadito anche dal vice direttore generale del Comune, Roberto Botta, con una lettera inviata all'attenzione del Simu, della sindaca e della sottoscritta, in cui si precisa che la mancata indizione delle gare entro il 31/12/2018 comporterebbe 'la decadenza del finanziamento, circostanza che deve essere in ogni modo scongiurata'"

Allarme già lanciato anche dai consiglieri municipali Davide Curcio e Stefania Di Serio. "Dopo questa nota ufficiale (quella del vice direttore generale Botta, ndr) che conferma i nostri timori, è evidente come l'assessora Gatta non conosca il funzionamento del suo Dipartimento e come questo metta a rischio la salute dei cittadini".


 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cinema Apollo, niente bando nel 2018: i lavori slittano e l'amianto resta dov'è

RomaToday è in caricamento