Esquilino Esquilino

Termini: scoperta una casa d'appuntamenti, in manette una brasiliana

La 28enne è accusata di favoreggiamento e sfruttamento della prostituzione. Era lei la tenutaria dell'appartamento in cui si prostituivano due sue connazionali che lei aiutava a “promuoversi” con annunci on line o sui giornali

Una casa d'appuntamenti è stata scoperta dai carabinieri della stazione Vittorio Veneto nella zona stazione Termini. Al suo interno vi operavano due prostitute brasiliane che “devolvevano” una grossa fetta dell'incasso ad una 28enne loro connazionale. Proprio quest'ultima, considerata la tenutaria della casa chiusa è finita in manette con l'accusa di sfruttamento e favoreggiamento della prostituzione.

Oltre ad incassare i soldi, la 28enne si interessava anche di promuovere il business. Era lei infatti a procacciare clienti attraverso inserzioni pubblicitarie sui principali quotidiani cittadini e sui siti web d'annunci.

Alla casa chiusa i carabinieri ci sono arrivati a seguito di due ragazze scoperte ad intrattenersi con alcuni clienti in via Veneto. Dopo accertamenti si è arrivati alla casa di appuntamenti. Ieri il blitz. Al momento dell'irruzione nell'appartamento le due ragazze si stavano intrattenendo con due clienti.

E' stato sequestrato materiale pornografico e diverse migliaia di euro in contanti. Il locatario dell'appartamento, un insospettabile di 34 anni, incensurato, è stato denunciato per favoreggiamento e sfruttamento della prostituzione.
Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Termini: scoperta una casa d'appuntamenti, in manette una brasiliana

RomaToday è in caricamento