CentroToday

Da Fassi a Gatsby Caffè: un'associazione di commercianti per far rivivere l'Esquilino

Cinque realtà commerciali ben note nel rione lanciano l'iniziativa: unirsi per organizzare eventi che rianimo vie e piazze del rione

Da sinistra Gianluca Giordano (Gatsby Cafè), Simone Braghetta (Panella l'arte del pane), Davide Macchia (Radici - Pizzicheria Salentina) e Andrea Fassi (Pallazzo del Freddo di Giovanni Fassi)

L'unione fa la forza. E forse anche il destino di uno storico rione. La rinomata gelateria Fassi e la panetteria Panella, la pasticceria Regoli, i giovani di Radici, pizzicheria Salentina, e quelli del Gatsby Caffè, insieme in un'associazione che rianimi strade e piazze dell'Esquilino. E' l'idea lanciata dalle cinque realtà commerciali a metà fra storia e innovazione. Il rioone lo conoscono bene, lo vivono da negozianti, lo hanno vissuto da residenti, da studenti, da fuorisede. E oggi lo guardano spegnersi, un giorno dopo l'altro, tra incuria e abbandono. Per questo hanno deciso di far nascere un gruppo di lavoro, anime diverse al servizio del quartiere. 

"Stiamo pensando di investire su eventi enogastronomici da organizzare in piazza Vittorio e dintorni, per sconfiggere il degrado, l'illegalità, perché l'Esquilino non rimanga indietro sul tema dell'integrazione, investire per il rione fa parte di un contesto di imprenditoria più etica che abbiamo già abbracciato". A parlare è Andrea Fassi, 32 anni, amministratore delegato dello storico Palazzo del Freddo, tra le gelateria più antiche d'Italia. Organizzare eventi tematici ma, chissà, arrivare a poter adottare delle zone del quartiere, fare piccoli lavoretti di restyling a proprie spese, essere parte attiva in una zona di Roma dove, evidentemente, l'amministrazione pubblica non fa abbastanza. 

"Abbiamo aperto questa attività per passione, lo abbiamo fatto all'Esquilino perché ci abbiamo vissuto durante il periodo dell'università. Sognavamo di portare qui i prodotti tipici della nostra terra". Davide Macchia e Andrea Luceri hanno inaugurato da un anno una pizzicheria salentina in via Cairoli. "Volevamo un ritorno alla qualità con un piccolo negozio di vicinato, che ha confidenza con i clienti e impara a conoscerli, una realtà di paese ecco. E vorremmo che il modello si replicasse in generale in tutto il quartiere". Per questo i due giovani hanno deciso di aderire all'iniziativa. L'idea è quello di animare con balli, spettacoli, stand di prodotti gastronomici il rione che li ha adottati. Come già hanno testato lo scorso novembre, con un evento di pizzica, il ballo tipico del Salento, sotto i portici di piazza Vittorio. "E' stato un successo. Ci piacerebbe poter replicare". 

Con loro un'altra attività nata da poco nel rione, Gatsby Cafè, il bistrot stile anni '50 inaugurato da un paio di mesi in piazza Vittorio al posto della cappelleria Venturini. Una vera sfida imprenditoriale nel mare magnum di negozi cinesi, portata avanti da cinque ragazzi romani. E ancora due attività storiche, la pasticceria Regoli di via dello Statuto che lo scorso 4 luglio ha festeggiato il centenario, e la panetteria Panella di via Merulana, non nuova a iniziativa per il quartiere, tra i partecipanti a un progetto (ancora da attuare) che prevedeva pulizie e manutenzione della strada da parte di alcune realtà commerciali, in cambio dello scomputo della Cosap, la tassa di occupazione del suolo pubblico.  
  
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Primark inaugura a Roma: lunghe file dalle prime ore del mattino

  • Roma, la mappa del contagio dell'ultimo mese: ecco i municipi e i quartieri con più casi

  • Camorra, "a Roma comanda tutto lui": il cartello della droga di Michele Senese. Ecco come aveva diviso la Capitale

  • Incidente sulla Pontina: l'auto ha un'avaria, lui scende e viene investito da un tir. Morto 43enne

  • Choc nel parcheggio del supermercato: cliente non lascia il carrello al mendicante e finisce ferito in una pozza di sangue

  • Coronavirus, a Roma 1306 nuovi casi. D'Amato condanna: "Assurde le scene viste nei centri commerciali"

Torna su
RomaToday è in caricamento