menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Esquilino e ballatoi di via Giolitti sorvegliati speciali: 7 arresti in 24 ore

I militari hanno anche sanzionato 19 persone a cui è stato contestualmente notificato il decreto di allontanamento

Continuano i controlli dei carabinieri dellacompagnia di piazza Dante nelle zone della Stazione Termini, a Colle Oppio e all’Esquilino finalizzato alla prevenzione dei reati in genere e al contrasto di episodi di degrado. Il bilancio è di 7 persone arrestate, una denunciata a piede libero. I militari hanno anche sanzionato 19 persone a cui è stato contestualmente notificato il decreto di allontanamento.

A finire in manette è stato un 37enne della Sierra Leone, nella Capitale senza fissa dimora e con precedenti, a cui i Carabinieri hanno notificato un’ordinanza di sostituzione del divieto di dimora con la custodia cautelare in carcere. Fatali per lui sono state le reiterate violazioni delle prescrizioni per la pregressa misura cautelare cui era sottoposto dal 23 agosto scorso per reati in materia di stupefacenti. Si trova, ora, nel carcere di Regina Coeli.

Il secondo arresto è stato eseguito nei confronti di un 35enne romano, già sottoposto al divieto di avvicinamento alla sua ex compagna. L’uomo ha più volte disatteso la misura cautelare, motivo per cui i Carabinieri hanno richiesto e ottenuto un aggravamento del provvedimento che si è tramutato negli arresti domiciliari.

Un ragazzo del Gambia di 22 anni, invece, è stato arrestato dai Carabinieri in flagranza di reato per spaccio di sostanze stupefacenti. Il pusher è stato sorpreso a cedere delle dosi di marijuana ad un “cliente”, un cittadino colombiano di 26 anni. Trattenuto in caserma, il giovane è in attesa del rito direttissimo.

In via Giolitti, sugli ormai noti 'ballatoi', i Carabinieri del Nucleo Operativo della Compagnia di Roma Piazza Dante hanno arrestato 4 cittadini africani di età compresa tra i 20 e i 40 anni, tutti senza fissa dimora e con precedenti. I quattro sono stati sorpresi dai militari, in transito in quel momento, mentre cedevano due involucri ad acquirenti, tutti identificati e segnalati al Prefetto. Bloccati sul posto, i Carabinieri hanno rinvenuto nelle tasche dei pusher altre 10 dosi della stessa sostanza e circa 150 euro, ritenuto il provento dell’illecita attività.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
De Magna e beve

Dove mangiare i 5 supplì più buoni di Roma, rigorosamente "al telefono"

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RomaToday è in caricamento