Esquilino Esquilino / Via Filippo Turati

Esquilino, notte di follia per due cinesi: prima accoltellati e poi arrestati

Misterioso accoltellamento in via Turati: dopo essere stati soccorsi due cinesi feriti hanno provato a scappare e a depistare le indagini. Alla fine sono stati arrestati

Stanotte una gazzella dei carabinieri è intervenuta in via Filippo Turati, all'Esquilino. E' stata chiamata dal 118 che aveva appena soccorso due cinesi, un ragazzo di 26 e una ragazza di 28 anni. Erano stati accoltellati, avevano numerose ferite su tutto il corpo ma non parlavano. Non hanno risposto a nessuna delle domande, nè dei sanitari prima nè dei carabinieri, poi, chiusi in un mutismo impenetrabile. Trasportati al Policlinico nonostante le molte ferite hanno tentato di fuggire da una finestra, ripresi immediatamente. La ragazza ha inventato versioni diverse per depistare gli inquirenti che cercavano di ricostruire i fatti. Dopo una disperata resistenza di calci e pugni sono stati fermati. I due sono stati fermati e fotosegnalati ma hanno fornito nuovamente false identità spacciando nomi inventati. Perquisiti, nelle loro tasche sono stati trovati una carta di credito intestata a un terza persona, ancora cinese, una carta prepagata della Bank of China, un assegno dell’importo di 4.000 euro e oltre 2.000 euro in contanti. Per entrambi è scattato l’arresto con le accuse di ricettazione, rifiuto di indicazioni sulla propria identità, falsa attestazione a pubblico ufficiale sull’identità personale, violenza e resistenza a pubblico ufficiale. Nei confronti della ragazza è scattata anche l’accusa di favoreggiamento personale.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Esquilino, notte di follia per due cinesi: prima accoltellati e poi arrestati

RomaToday è in caricamento