Centro Esquilino / Piazza dei Cinquecento

Statua Giovanni Paolo II, Pedica: "Un cartello per capire chi rappresenta"

La statua di Papa Giovanni Paolo II ha ricevuto valanghe di critiche e polemiche. Dichiarazione di Pedica: "Si dovrebbe mettere un cartello davanti all'opera perchè non si capisce chi rappresenta"

Pioggia di polemiche per la statua del neo beato Papa Giovanni Paolo II. Turisti, fedeli e atei sono tutti d'accordo: la statua non piace a nessuno. L'opera, inaugurata il 18 maggio in Piazza dei Cinquecento, ha ricevuto numerose critiche anche da parte dell'Osservatore Romano. “La statua pecca di una scarsa riconoscibilità”, ha commentato il quotidiano del vaticano.

“Invece di rendere omaggio ad un beato – afferma in una nota  il senatore dell’Italia dei Valori presidente dei teoleg, movimento cattolico del partito - con questa scultura si sta offendendo la figura di un Papa che ha rappresentato nel mondo la pace,  la cultura,  e la cristianità. Guardando il viso della scultura tutto si pensa meno che al volto del Beato Giovanni Paolo II. Per sopperire ll’ennesima spesa esorbitante – continua il senatore dell'IdV- proporrei di mettere un cartello recanti le scuse con la seguente motivazione: ’ Volevamo raffigurare il Santo padre ma non ci siamo riusciti.

Invito il sindaco Alemanno a rimuovere una scultura malriuscita. Vorrei inoLtre sapere qual è la commissione che ha valutato la statua – aggiunge ironico Pedica - e perchè non è mai partita la fondazione , sottolineo che 'il botero di termini ' non piace neanche all'Osservatore Romano. Papa Wojtyla – conclude il presidente dei teoleg - si dovrà ricordare per la sua grandezza e non attraverso una statua priva di somiglianza e di spiritualità.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Statua Giovanni Paolo II, Pedica: "Un cartello per capire chi rappresenta"

RomaToday è in caricamento