Centro

Sampietrini, Alfonsi: "Mi piacciono, ma sono adatti solo per le strade pedonali"

La presidente del I municipio torna sul tema del selciato tradizionale romano. "Va fatta una scelta basata sulla sicurezza e sui costi, mantenere un metro quadro di sampietrini ci costa quattro volte di più dell'asfalto"

"A me piacciono molto i sampietrini, ma si deve trovare il giusto equilibrio tra la città storica e quella moderna". Il tema del salciato romano della tradizione torna in auge. La presidente Sabrina Alfonsi ieri mattina ai microfoni di Radio Roma Capitale ha dichiarato ieri mattina: "Ogni anno si ripresenta la questione: io sono dell'idea che si debbano tenere soltanto nelle strade pedonali e semipedonali. Secondo me va fatta una scelta basata sulla sicurezza e sui costi, in quanto mantenere un metro quadro di sampietrini ci costa quattro volte di più della manutenzione di un metro quadro di asfalto. Inoltre c'è il costo della manutenzione degli autobus che attraversano strade con i sampietrini. È inutile continuare a fare polemiche nostalgiche, le strade a lunga percorrenza devono essere asfaltate. Questo tema non riguarda solo il I Municipio, ma riguarda tutta la città". 

Alfonsi ha poi concluso: "In alcune strade del centro storico, come ad esempio via Nazionale, dovrebbero essere allargati i marciapiedi con in mezzo due corsie in cui c'è il passaggio dei mezzi pubblici e dei taxi, con meno traffico indistinto. In questo modo ci sarebbe la possibilità di vivere in sicurezza queste strade". Dichiarazioni che hanno subito mosso polemiche da parte delle opposizioni di centrodestra e capitolina: "La notizia di smantellare via dei Fori Imperiali e di togliere i sampietrini da via Nazionale, oltre ad essere un'idea semplicemente folle, conferma come i grillini e la sinistra, dalla presidente del I Municipio al vicesindaco in Campidoglio, siano in perfetta in sintonia per saccheggiare la storia e la tradizione della nostra città. 

Al contrario, proponiamo invece di riprendere il progetto esistente e realizzato dalla Sovrintendenza Capitolina della grande area archeologica centrale che prevede la pedonalizzazione di Bocca della Verità, via dei Cerchi e l'inclusione del Circo Massimo all'interno di un grande percorso che arriva fino al Colosseo. Pertanto, rimaniamo favorevoli al parco archeologico ma affinche'' non si tocchi via dei Fori Imperiali. Contrari, quindi, a ogni oltraggio e scempio targato grillini e sinistra, ci mobiliteremo a difesa dei simboli identitari della Capitale". Così in un comunicato gli esponenti di Fdi-An Fabrizio Ghera, capogruppo in Campidoglio, Andrea De Priamo, consigliere comunale e vicepresidente dell''Assemblea Capitolina, Stefano Tozzi, capogruppo I Municipio 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sampietrini, Alfonsi: "Mi piacciono, ma sono adatti solo per le strade pedonali"

RomaToday è in caricamento