Domenica, 13 Giugno 2021
Centro Centro Storico / Viale Gabriele D'Annunzio

Pincio: al via la riqualificazione filologica dei giardini

Dal Comune 90mila euro per la riqualificazione e la pulizia dei giardini del Pincio: lotta al punteruolo rosso, bonifica delle scarpate, sostituzione della panchine e un presidio fisso di giardinaggio e pulizia

Roma Capitale stanzia 90mila euro per la riqualificazione filologica dei giardini del Pincio, con l'istituzione di un presidio fisso di giardinaggio e pulizia, potatura delle essenze, pulizia delle scarpate e lotta al punteruolo rosso che distrugge le palme. Lo rende noto un comunicato del Campidoglio, che parla di un “primo triplice fronte d’intervento” per la cura dei giardini “che rappresentano un gioiello naturalistico di valore storico”, e “hanno bisogno di una cura radicale per salvaguardarsi dal degrado e riprendere la forma originaria”.

L’Assessorato all'ambiente ha disposto le prime opere di riqualificazione dei giardini del Pincio: operatori specializzati bonificheranno interamente le scarpate (come già è stato fatto  nelle aree degradanti del Gianicolo), saranno rimpiazzati gli alberi mancanti e verranno sostituite le banchine di legno con modelli più appropriati in ferro, secondo il disegno di Édouard André, paesaggista francese autore di famosi parchi pubblici ottocenteschi. Contro il punteruolo rosso, sulle chiome delle palme saranno usati prodotti autorizzati dal ministero della Salute, per eliminare i coleotteri senza danno per l'ambiente. In più ci sarà presidio fisso di giardinaggio, affidato a una ditta specializzata, che provvederà quotidianamente alla manutenzione delle sponde verdi, sfalciando, potando e irrigando.

A dare il via ai lavori è stato l' assessore all' Ambiente di Roma Capitale, Marco Visconti, che ha effettuato un sopralluogo al Pincio insieme a Fabio Tancredi, direttore del Servizio giardini, Augusto Burini, responsabile del Servizio alberate e Anselmo Ricci, responsabile del nucleo Pics-Decoro della Polizia di Roma Capitale. “I giardini del Pincio, progettati in età napoleonica come Promenade Publique per il passeggio dei cittadini con filari di alberi e di boulevard ortogonali dall’architetto Berthault, furono poi successivamente realizzati dal Valadier sotto il restaurato governo pontificio - ricostruisce il comunicato - attualmente gli architetti delle Ville storiche che operano nel Dipartimento ambiente, stanno svolgendo, di concerto con la Sovrintendenza, uno studio degli antichi carteggi, per poi arrivare ad un restauro integrale dei giardini secondo i disegni originari”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pincio: al via la riqualificazione filologica dei giardini

RomaToday è in caricamento