Centro Centro Storico / Via del Corso

Pedonalizzazione del Tridente, Alemanno: “Pronto in due anni”

Alemanno in visita al cantiere di via del Corso: "Il nostro obiettivo è riconsegnare il Tridente interamente rifatto. Questa estate faremo i marciapiedi in basalto, l'anno prossimo i sampietrini

Il Tridente di Campo Marzio come fiore all'occhiello del centro storico: questo l'obiettivo dell'amministrazione di Roma Capitale, obiettivo mai nascosto, anzi sempre comunicato e che, al momento rende il centro un enorme cantiere disseminato tra piazze, vicoli e i grandi viali.
Un'opera di restyling dunque che riguarda il centro storico, un esempio ne sono i lavori di piazza San Silvestro, e che Alemanno non nasconde di ammirare particolarmente.

Il nostro obiettivo è, nell'arco di due anni, riconsegnare il Tridente interamente rifatto, una grande opera nel rispetto del valore Unesco della zona. Questa estate faremo tutti i marciapiedi in basalto, l'anno prossimo tutti i sampietrini". Queste le parole del sindaco che ieri ha effettuato un sopralluogo ai cantieri di manutenzione stradale di via del Corso dove sono in via di realizzazione i rifacimenti dei marciapiedi. Si tratta del pezzo che da piazza del Popolo arriva a largo Goldoni, complessivamente circa 1.200 metri di marciapiede (600 per lato) di cui i primi 150 sono stati già ultimati in circa 5 notti lavorative. "E' la prima volta - ha spiegato Alemanno - che si fa un lavoro così sistematico di manutenzione e restauro tutto di notte. E' un grande sforzo in questa stagione di 130 e più cantieri per ridurre i disagi dei cittadini".


Il piano complessivo di via del Corso, che fa parte del piano straordinario estivo di manutenzione stradale, costerà in tutto 1,7 milioni. Dopo essere arrivati a largo Goldoni si passerà al tratto di marciapiedi tra via di Caravita e piazza Venezia. C'è infine una terza fase, che si concluderà a fine ottobre, che vedrà rifatti i marciapiedi tra largo Goldoni e via delle Convertite. "Il rifacimento di via del Corso - ha aggiunto Alemanno - è l'asse principale del ragionamento sulla pedonalizzazione del Tridente, una delle operazioni d'immagine più importanti per la città. Il ritorno del sampietrino sulla carreggiata, accompagnato dal basalto sul marciapiede è un segnale forte per una delle principali vie della città". Alemanno ha sottolineato l'importanza di effettuare, in due distinti momenti, il rifacimento dei marciapiedi e la posa dei sampietrini: "così i negozi potranno rimanere sempre aperti e non ci saranno mai interruzioni totali". Un aspetto su cui si è soffermato anche l'assessore ai Lavori pubblici Fabrizio Ghera: "il lavoro - ha spiegato - interesserà ogni negozio per non più di 2/3 notti, proprio per venire incontro alle esigenze di tutti". L'assessore alla Cultura e delegato al Centro storico Dino Gasperini ha infine messo l'accento sulla "cabina di regia per i cantieri che si riunisce una volta a settimana con tutte le associazioni, uno strumento efficacie a cui continueremo a partecipare". Alemanno e due assessori, infine, indossati caschetti rossi e giubbetti catarifrangenti arancioni, sono entrati nel cantiere, all'altezza di via Laurina, osservando da vicino i lavori. "Sembriamo 'Batman, Robin e l'Uomo ragnò " ha scherzato il primo cittadino con i suoi assessori e con i cronisti. (Fonte Ansa)

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pedonalizzazione del Tridente, Alemanno: “Pronto in due anni”

RomaToday è in caricamento