CentroToday

Celio Azzurro, la beffa dopo l'avviso di sfratto: "C'è un errore, ci dovete altri 120mila euro"

Sfrattati e mazziati con la richiesta di pagamento più alta del previsto: "Il debito pregresso non è più di 242mila euro ma di 365mila". Il centro interculturale è tra le decine di realtà sociali colpite dalla delibera 140

Una lettera che per un attimo ha riacceso le speranze. E invece era solo una correzione della cifra richiesta, ancora più alta. Al Celio Azzurro, la beffa si aggiunge al danno. Il centro interculturale in piedi da 27 anni, tra le tante realtà socio-culturali finite nel calderone della delibera 140, non solo ha ricevuto la notifica di sfratto con richiesta di pagamento dei debiti pregressi. Oggi un'altra comunicazione e nessuna buona nuova. "Il debito pregresso non è più di 242mila, ma di 365mila euro". La prima cifra era indicata nella raccomandata ricevuta il 7 febbraio. Venti giorni più tardi, il 27, sono circa 120mila euro in più.  

"A fronte della protesta, della mobilitazione e della campagna di sensibilizzazione per la minaccia di sfratto a Celio Azzurro, stamattina ci arriva questa lettera dall'assessorato al Patrimonio" commenta il presidente della coop, Massimo Guidotti. "Se fossimo complottisti penseremmo ad una persecuzione mirata, ma diteci cos'altro dobbiamo pensare?!". 

Il 2 marzo scorso in via di San Gregorio al Celio si è tenuto un apposito sit in di protesta contro la delibera di riordino del patrimonio comunale, voluta dall'ex sindaco Marino e rivisitata dall'attuale giunta con l'impegno di procedere per priorità. Sì agli sgomberi di esercizi commerciali e sedi di partiti e movimenti politici. Più cautele invece per le realtà che svolgono una funzione sociale sul territorio. Ancora però non si è andati oltre i proclami. Prossimo appuntamento venerdì 10 marzo per una protesta che vedrà uniti tutti i centri, scuole, teatri, colpiti dal provvedimento. 

COS'E' LA DELIBERA 140

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, Lazio zona arancione? Oggi la decisione

  • Vigili nella bufera, Raggi guarda Report e decide di ruotare gli agenti. In bilico il comandante Napoli

  • Coronavirus, nel Lazio chiusi negozi e supermercati alle 21: la nuova ordinanza della Regione

  • Centro commerciale Maximo di Roma: ecco quali sono i negozi presenti all'interno

  • Tamponi in farmacia a Roma e nel Lazio: dove farli. L'elenco completo e gli indirizzi

  • Vigili fanno sesso in auto a Roma, la commedia sexy si tinge di giallo: spunta l'ipotesi della microspia

Torna su
RomaToday è in caricamento