rotate-mobile
Centro Testaccio

Via dei Serpenti: la consigliera Naim aggredita da un barista per cartellone abusivo

Mauro Cioffari (Sel Testaccio - San Saba): "Solidarietà alla Consigliera e condanna della violenza"

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di RomaToday

Lo scorso 9 giugno la Consigliera dei Verdi in I Municipio Nathalie Naim, mentre era a passeggio con il figlio di 10 anni, è stata aggredita verbalmente e presa a parolacce dal gestore di un bar in via dei Serpenti per aver richiesto la rimozione di un treppiedi abusivo (cartellone pubblicitario) che intralciava il passaggio dei pedoni sul marciapiede antistante il bar.

Il gestore del bar, dopo una prima aggressione verbale, secondo quanto raccontato da Nathalie Naim, ha seguito per qualche decina di metri la Consigliera ed il figlio, minacciandoli di ritorsioni, fino a che i due non hanno trovato riparo nella sede dei Carabinieri della Banca d'Italia.
La Consigliera ed il bambino sono stati poi scortati dai carabinieri in servizio alla Banca d'Italia, fino alla stazione Viminale, dove Nathalie Naim ha sporto querela.

Il Circolo di Sinistra Ecologia Libertà Testaccio - San Saba - Aventino esprime solidarietà alla Consigliera dei Verdi del I Municipio Nathalie Naim, in prima linea nel contrasto di ogni forma di degrado e di abusivismo commerciale, condannando con fermezza la violenza. Violenza che incarna, per le oltraggiose offese rivolte alla Consigliera aggredita, un codice muscolare e maschilista raccapricciante dal quale tutti e tutte dovremmo prendere le distanze.

L'occupazione abusiva di suolo pubblico, l'abusivismo commerciale ed il degrado urbano, a cui vanno aggiunte le infrazioni al codice della strada (doppie file, non rispetto degli scivoli per disabili e carrozzine, ecc.) compromettono, da troppo tempo, la vivibilità dei nostri quartieri ed il diritto alla salute ed al riposo dei residenti.

Il Circolo di Sinistra Ecologia Libertà Testaccio - San Saba - Aventino, consapevole dei diritti dei cittadini residenti e delle legittime esigenze dei lavoratori del commercio rivolge un appello ai tanti commercianti rispettosi delle regole affinché si uniscano nella condanna dei fatti accaduti sabato scorso.
 
 
Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Via dei Serpenti: la consigliera Naim aggredita da un barista per cartellone abusivo

RomaToday è in caricamento