menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Viale Aventino, prende forma la "ciclabile" sui sampietrini: collega Circo Massimo a Piramide e costa mezzo milione

La corsia riservata alle bici si estende per circa 1,2 km. Ass. Pietro Calabrese: "Permetterà di ricongiungere ciclabili esistenti"

A fine febbraio sono partiti i lavori per realizzare la “ciclabile di viale Aventino”. Consentirà di pedalare da Piramide a Circo Massimo senza dover fare lo slalom tre le auto. 

Le caratteristiche

Il percorso, in gran parte realizzato nella classica modalità “bike lane”, cioè senza sperazioni fisiche, è stato disegnato sui sampietrini. Significa che, di conseguenza, bisognerà prestare particolare attenzione alle segnaletica orizzontale. Perchè saranno soprattutto i segni della vernice a mantenere la separazione tra la corsia dedicata alle bici e quella destinata alla sosta delle auto. Per quanto attiene invece il tracciato, è lungo circa 1,2 chilometri e si sviluppa nel tratto compreso tra Porta San Paolo e via dei Cerchi, coinvolgendo pertanto via della Piramide Cestia, Piazza Albania e viale Aventino. 

Cosa collega 

“L'intero percorso - ha chiarito L'assessore alla Mobilità Pietro Calabrese - partirà da piazzale Ostiense e avrà due diramazioni che raggiungono piazza di Porta Capena e via Caio Cestio. L'itinerario via della Piramide Cestia - viale Aventino si affianca alla corsia preferenziale del tram lungo l’intero asse”. Da una parte il marciapiede, dall’altra le auto in sosta, separate da una striscia a terra.  Ma, fanno sapere dall’assessorato, nel tratto di via Caio Cestio “è in sede protetta da cordoli”. 

Sviluppi futuri

“La pista “oltre a connettere ciclabili esistenti lungo Via del Circo Massimo e Via delle Terme di Caracalla,  in futuro potrà essere collegata anche con il Grab, in corrispondenza di via di San Gregorio e con altri itinerari di futura realizzazione, come quello lungo via del Campo Boario e quello Basilica San Paolo-Piramide, nonché il percorso progettato su via dei Cerchi” ha annunciato Calabrese. Serve quindi a raccordare porzioni di ciclabili già esistenti ed altre già in programmazione.

La gestione dei sampietrini

La presenza dei sampietrini, per questa bike lane realizzata con fondi europei al costo di 500mila euro (iva inclusa), sembra rappresentare l’insidia maggiore. Il fondo dovrà pertanto essere regolarmente mantenuto. Ma il piano sampietrini che partirà nei prossimi mesi - hanno fatto sapere sempre dall’assessorato - prevede che una parte di quelli presenti su viale Aventino venga riposizionata su via del Corso”. Una buona notizia per i ciclisti anche se questo  significa che la pista, pur non facendo parte di quelle che annunciate con il piano delle ciclabili transitorie, dovrà essere rifatta. Ma almeno avrà un fondo più congeniale per le bici che la utilizzeranno.
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Covid, Daniele De Rossi ricoverato allo Spallanzani

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • De Magna e beve

    La vera storia della carbonara: origini e curiosità

  • De Magna e beve

    Carbonara: 7 errori comuni da non fare mai

  • Attualità

    La bufala del vaccino su chiamata a Roma

  • Cultura

    La Roma di Stefania Orlando

Torna su

Canali

RomaToday è in caricamento