rotate-mobile
Mercoledì, 6 Luglio 2022
Centro Via di San Giovanni in Laterano

Dal Celio un esposto in Procura contro la mala movida: "Urla fino alle 5 del mattino e strade ridotte a gabinetti a cielo aperto"

La denuncia dell'associazione Progetto Celio: "Non possiamo più tollerare che i monumenti vengano oltraggiati e che la memoria storica dei luoghi del Celio sia offesa"

"Siamo pronti con esposti da presentare direttamente alla Procura della Repubblica. Siamo stanchi". Già, esasperati e stanchi della movida notturna che impedisce il sonno fino alle 5 del mattino, i residenti del Celio decidono di farsi sentire. Invasi da giovani e giovanissimi che ogni weekend affollano via di San Giovanni in Laterano e strade limitrofe, denunciano schiamazzi e atti vandalici continui sotto le finestre. 

"Tutte le notti, ebbri di alcol o peggio, urlano e fanno i loro bisogni nel tratto che va da piazza del Colosseo a San Clemente" spiega Paolo Gelsomini, dell'associazione Progetto Celio. "Hanno trasformato le strade storiche in veri e propri gabinetti a cielo aperto. Non possiamo più tollerare questa mancanza di rispetto per chi la notte riposa perché la mattina si alza per andare a lavorare e magari per mantenere questi cretini". E ancora, "non possiamo più tollerare che i monumenti vengano oltraggiati e che la memoria storica dei luoghi del Celio sia offesa". 

Vani a quanto denunciato i tentativi di far intervenire le forze dell'ordine. "Non vogliamo più sentire scuse dai Vigili urbani che dopo le 23 non rispondono, dalla Polizia di Stato che ha una volante fino a mezzanotte o giù di lì e che poi sparisce perché manca l’organico. Vogliamo una maggior presenza da parte dei Carabinieri perché il reato di disturbo della quiete pubblica è un reato penale (art.659 Codice Penale)". Senza contare i mancati controlli, è la denuncia, per far rispettare gli orari di chiusura dei locali e i limiti di vendita di alcol da asporto. 

Insomma, non ci sono solo Trastevere, Monti e Ponte Milvio. Anche chi abita nel piccolo quadrante alle spalle del Colosseo soffre il caos notturno causato dagli eccessi della movida. Quello dei cittadini del Celio è un appello disperato all'amministrazione comunale. E nell'attesa il caso, promettono, arriverà a piazzale Clodio. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Dal Celio un esposto in Procura contro la mala movida: "Urla fino alle 5 del mattino e strade ridotte a gabinetti a cielo aperto"

RomaToday è in caricamento