CentroToday

Appia Antica, per i varchi elettronici bisogna aspettare: "Pronti entro gennaio 2021"

All'indomani dell'Appia Day, non è tramontato il sogno dei romani che vorrebbero far pedonalizzare il tratto tra Porta San Sebastiano e via delle Sette Chiese. Ma per i varchi c'è ancora da aspettare

Appia Antica

La domenica e durante i giorni festivi, via Appia Antica è una strada a traffico limitato. Sono quelle le occasioni in cui ciclisti e pedoni, romani e turisti, possono godersi a pieno le spettacolari cartoline che la Regina Viarum sa sempre donare.

La sicurezza stradale

Durante il resto della settimana l’Appia Antica viene utilizzata da auto e scooter come qualsiasi altra strada cittadina. rendendo di fatto molto complicata la convivenza con ciclisti e pedoni che chiedono spazi adeguati alla loro percorrenza. E  non sempre riescono ad otternerli. Come accade, ad esempio, nel tratto che parte da Porta San Sebastiano e si sviluppa fino a piazzale Numa Pompilio, all’altezza di Caracalla.

I varchi elettronici

Da anni il Campidoglio, sulla scorta delle richieste che arrivano soprattutto dal fronte dei ciclisti, ha dichiarato l’intenzione di adottare dei varchi elettronici. Ma il provvedimento, che in occasione dell’Appia Day 2019 era stato annunciato come imminente, non è ancora stato adottato. La zona a traffico limitato, su cui sta puntando l’amministrazione, riguarda il tratto compreso tra via delle Sette Chiese e Porta San Sebastiano. Il traffico, grazie all’ausilio dell’occhio elettronico, verrebbe deviato sulla via Cristoforo Colombo. Il progetto è pronto ma la gara non è mai stata pubblicata. 

“I lavori per l'installazione dei varchi dovrebbero iniziare entro la fine dell'anno o al massimo nel gennaio 2021” ha dichiarato l’assessore alla mobilità Pietro Calabrese. “Il processo si era bloccato a causa di rallentamenti nella riallocazione dei fondi europei, dovuti anche all'emergenza Covid” ha fatto sapere l’assessorato capitolino.

I controlli domenicali

Nell’imminente i cittadini avrebbero comunque il piacere di percorrere l’Appia Antica, almeno nelle giornate di domenica, senza l’ansia di dover condividere la strada con auto e moto. “Il divieto c’è ma le maglie degli ‘aventi diritto’ sono larghe -  ha osservato Annabella D’Elia, del Comitato Mura Latine - noi confidiamo nell’installazione delle Ztl”. Anche perchè, il tratto "off limits", può essere comunque percorso dai clienti delle realtà commerciali, soprattutto i ristoranti, che sono presenti sulla Regina Viarum.

L'Appia per ciclisti e pedoni

L’assessorato alla mobilità di Roma Capitale fa però sapere che “attualmente sull'Appia ci sono controlli regolari da parte della polizia locale con pattuglie e chi viola i divieti viene ovviamente multato”. Ciclisti e pedoni vorrebbero però poter trascorrere più giornate come quella di domenica 18 ottobre. In occasione dell’ArcheoGrab, evento realizzato nell’ambito del programma dell’Appia Day, la percorrenza della Regina Viarum nel tratto in cui la circolazione delle auto è limitato, è stata riservata solo a ciclisti e pedoni. E’ il sogno di tanti romani. 
 

Per muoverti con i mezzi pubblici nella città di Roma usa la nostra Partner App gratuita !

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, Lazio zona arancione? Oggi la decisione

  • Coronavirus, nel Lazio chiusi negozi e supermercati alle 21: la nuova ordinanza della Regione

  • Centro commerciale Maximo di Roma: ecco quali sono i negozi presenti all'interno

  • Coronavirus Roma, Matteo si fa ricoverare insieme allo zio down positivo al Covid: "Non potevo lasciarlo solo"

  • Sciopero trasporti mercoledì 25 novembre: a rischio metro, bus, treni e pullman Cotral

  • Coronavirus, a Roma 1305 nuovi casi. Nel Lazio 80 morti nelle ultime 24 ore. I dati del 18 novembre

Torna su
RomaToday è in caricamento