Mercoledì, 20 Ottobre 2021
Tor Tre Teste Tor Tre Teste / Via di Tor Tre Teste

Tor Tre Teste, il cantiere per il nuovo distributore di benzina preoccupa i cittadini

L'impianto è stato autorizzato nel giugno scorso. Il presidente del comitato: "Troppo vicino alle case e alla strada"

In via di Tor Tre Teste è in arrivo un nuovo distributore di benzina e il comitato di quartiere promette battaglia. Siamo all’altezza del civico 250, dove sorge un comprensorio di palazzine tra i tre e i quattro piani. Alle spalle il quartiere, dall’altra parte della strada la campagna del Parco della Mistica. “Siamo preoccupati perché si trova a pochi metri dalle abitazioni ed è molto vicino anche alla strada”, racconta Luigi Pucci, il presidente del comitato. “La legge fissa delle distanze precise ai fini della sicurezza e noi vogliamo che le istituzioni ci diano garanzie scritte che sia così”.

La realizzazione dell'impianto è stata autorizzata il 19 giugno scorso con una determinazione dirigenziale emessa dallo sportello Impianti carburante del dipartimento Attività produttive. L'istanza per la sua realizzazione è stata presentata nell'aprile del 2019 e a maggio dello stesso anno è stata avviata la conferenza dei servizi che ha raccolto tutti pareri favorevoli: dai dipartimenti Programmazione e attuazione urbanistica, Mobilità e Tutela ambientale, alla polizia locale e ai vigili del fuoco passando per la Asl, la Sovrintendenza capitolina e il ministero dei Beni culturali. Così è arrivata l'autorizzazione a relizzare l'impianto che oltre ai serbatoi per la benzina e il gasolio ne ospiterà uno anche per il gas Gpl. 

Sollecitato dai cittadini preoccupati per quanto stava per accadere in quel rettangolo di prato proprio di fronte alle loro case, il consigliere Fdi Christian Belluzzo nei mesi scorsi ha presentato richiesta di accesso agli atti e un’interrogazione. “La prima volta che ho scritto agli uffici è stato il gennaio 2019 ma in quell’occasione mi risposero che non avevano trovato riscontro alla mia richiesta”, spiega Belluzzo. “Il 13 marzo 2020 ho invece interrogato la giunta del V municipio. Il 22 maggio il presidente Boccuzzi e l’allora assessora ai Lavori Pubblici Paola Perfetti hanno risposto girando la mia richiesta ai dipartimenti capitolini competenti. Le prime risposte tecniche sono arrivate però solo la settimana scorsa”.

Anche i cittadini chiedono informazioni più precise sulle caratteristiche dell'impianto, in particolare in merito alla sicurezza. Il comitato di quartiere il 12 luglio scorso ha indirizzato una lettera alle istituzioni capitoline e municipali. “I residenti di Tor Tre Teste contestano la costruzione di un distributore di carburante a soli 10 metri da alcune abitazioni”, scrive Pucci che poi spiega: “Sei mesi fa chiedevo sia agli assessorati che al presidente del Municipio V se fosse veramente prevista questa costruzione e le risposte furono molto evasive. Sembrava che non ci fosse stata nessuna previsione in merito”.

Denuncia Pucci: “Tutti mi rispondono che è tutto in regola ma i cittadini vogliono avere rassicurazione e capire precisamente il perché. La legge fissa la distanza minima di sicurezza tra l’impianto, la strada e le case al fine di prevenire gli incendi e garantire la sicurezza di persone e cose dai rischi derivanti dalla possibilità di incendio. Noi chiediamo solo il rispetto del luogo a livello ambientale e della salute degli abitanti, inoltre chiediamo agli assessorati competenti sia del Comune sia del Municipio V di Roma la motivazione di tale mancanza di rispetto per i cittadini di Tor Tre Teste”, conclude Pucci. “Siamo pronti al ricorso al Tar con richiesta immediata di sospensiva”. Nel frattempo sono già iniziati gli scavi.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tor Tre Teste, il cantiere per il nuovo distributore di benzina preoccupa i cittadini

RomaToday è in caricamento