CentocelleToday

Via Sansoni, per Raggi è tutto pulito: ma sul posto i rifiuti la fanno ancora da padrone

Romatoday si è recato a Tor Sapienza. I rifiuti sono diminuiti ma la situazione non è risolta

“Voglio darvi un aggiornamento importante sulle attività in corso in via Sansoni”. La sindaca Virginia Raggi, dopo il sopralluogo dell’11 marzo, torna a occuparsi della strada che costeggia la baraccopoli di via Salviati, chiusa ormai da mesi per problemi alle fogne, otturate da materiali ferrosi, e per la presenza di cumuli di rifiuti. Mostra un video con le immagini di un ‘prima’ pieno di immondizia e di un ‘dopo’ con una strada completamente pulita. Le immagini della vergogna e quelle del riscatto. Spiega il lavoro del Simu e della polizia locale. Ringrazia l’esercito per il lavoro svolto. 

Ma fa infuriare i cittadini. “Raggi si dovrebbe vergognare di mostrare questi video falsi su Facebook” denuncia Roberto Torre, del comitato di quartiere di Tor Sapienza. “Si permette di dire che è tutto pulito" continua mostrando su Facebook un video con cumuli di rifiuti bruciati a bordo strada. "Una situazione nata nel corso dell’amministrazione Raggi, prima non c’erano. La sindaca ha effettuato un sopralluogo senza avvertire nessuno, una sfilata”. 

Due visioni opposte dello stesso luogo pubblicate in due video con la stessa data. Per testimoniare la situazione Romatoday è andata in via Sansoni. Da ormai oltre due settimane l’ingresso del campo è sorvegliato dall’esercito e dalla polizia locale, con l’intento di impedire il sorgere dei cosiddetti roghi tossici, incendi di immondizia da cui si sprigionano fumi neri che rendono irrespirabile l’aria di Tor Sapienza. I controlli sono estesi anche all’ingresso di via Sansoni, da tre settimane chiusa con grossi blocchi di cemento. 

Il video girato da Romatoday il 28 marzo 2019

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Quando arriviamo, sono circa le 17.40. L’ingresso di via Sansoni è pattugliato da due camionette dell’esercito e due pattuglie della polizia locale che sta controllando i documenti al conducente di un’auto diretta verso l’ingresso del campo. L’enigma dei due video si risolve al primo colpo d’occhio. La prima parte della strada, quella più vicina a via Salvati, presenta ancora cumuli di rifiuti bruciati ai margini, proprio come nel video postato dai residenti. Nel mezzo, nel grosso buco del cantiere aperto per la riparazione delle fogne e rimasto abbandonato per mesi, sono ammassati copertoni, resti di passeggini e mobili rotti. Oltre i blocchi di cemento che delimitano gli scavi, dove la strada scende per un avvallamento e passa sotto il ponte, è tutto pulito. La bonifica è iniziata. Il 12 marzo scorso, come testimoniato da un video girato da Romatoday, la strada era invasa da una massa superiore di rifiuti, molti dei quali ingombranti, che sono stati in gran parte portati via. Ma come possono testimoniare i video e le fotografie girate nel pomeriggio di oggi da Romatoday c’è ancora lavoro da fare. La sindaca non scrive che la bonifica è terminata ma nei video decide di mostrare solo il tratto della strada completamente sgombro. 

Via Sansoni fa discutere ormai da settimane. Chiusa al traffico per il rischio di allagamenti alla fine del 2018, dopo un primo stop alla circolazione tra settembre e ottobre, in poco tempo la strada è diventata una vera e propria discarica a cielo aperto. Il 23 febbraio, un sopralluogo della commissione capitolina Ambiente presieduta dal pentastellato Daniele Diaco aveva annunciato la bonifica entro due settimane. Ma il termine non è bastato. Due giorni dopo i cumuli di rifiuti sono andati a fuoco, trasformandosi in ammassi di immondizia puzzolente e bruciata. Come ha scritto la stessa sindaca Virginia Raggi è stata trovata anche una “quantità importante di bombole a gas che è stata rimossa”. Intanto, i sopralluoghi dei tecnici del dipartimento Simu all’interno delle fogne hanno permesso di individuare la causa dell’otturazione: cumuli di rifiuti anche all’interno. 

Scrive Raggi nel post: “Il Dipartimento Simu è intervenuto con un macchinario chiamato ‘Elephant’ per togliere i rifiuti che si trovavano lì da parecchi anni. Una volta effettuate le bonifiche, occorre però assicurare che la filiera criminale dei rifiuti non si rigeneri, tornando a produrre miasmi che intossicano i cittadini. Per questo la nostra Polizia Locale ha programmato disposizioni operative che garantiranno il controllo delle aree sanificate”. Nel frattempo, secondo quanto apprende Romatoday, stanno continuando anche i lavori del Simu per la sistemazione della fogna. Un ‘prima’ e un ‘dopo’. Ma la situazione di via Sansoni è tutt’altro che risolta. 

Il video postato sulla pagina della sindaca Virginia Raggi

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus Roma, tamponi rapidi a 22 euro: l'elenco dei laboratori privati dove farlo

  • Paura a Gregorio VII, a fuoco un autobus: esplosioni e colonna di fumo nero sulla zona

  • Drive in dove fare i tamponi a Roma: gli indirizzi. L'elenco completo

  • Coprifuoco a Roma e nel Lazio, ecco l'ordinanza: autocertificazione per spostamenti da mezzanotte alle 5

  • Coronavirus, Lazio verso il coprifuoco e didattica a distanza parziale per le superiori. In arrivo un'ordinanza con i provvedimenti

  • Coronavirus, a Roma 462 casi: sono 939 in totale nella regione. C'è un nuovo focolaio nel Lazio

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
RomaToday è in caricamento