menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Tor Sapienza, i cittadini di 'Alberi in periferia' piantano 6 ulivi

Verrano curati da un gruppo di cittadini del quartiere, la Loggia Verde degli Offuscati

Con le riaperture della fase 2 ricomincia anche l'attività di Alberi in periferia. Giovedì scorso nell'area verde adiacente al parco di Tor Sapienza, con ingresso su via Giorgio de Chirico, sono stati messi a dimora 6 ulivi. "Verrano curati da un gruppo di cittadini del quartiere, la Loggia Verde degli Offuscati, che negli scorsi mesi ha già piantato diversi alberi", fanno sapere.

Alberi in periferia è nata da un'iniziativa di un gruppo di cittadini del V municipio. Gli alberi sono finanziati grazie alle sottoscrizioni raccolte da una serie di eventi culturali come concerti o spettacoli teatrali e piantati nei parchi e nei giardini meno curati del territorio dove residenti e comitati cittadini si prendono l'impegno di curarli
"Ricominciamo a rendere migliori i nostri quartieri, a dare il nostro contributo alle sfide ambientali, a creare reti di socialità, perché 'Se vogliono il deserto, pianteremo partecipazione'", hanno scritto su Facebook.

Anche l'assessore municipale all'Ambiente ha appoggiato l'iniziativa con un post che non ha mancato di essere polemico: "Continuano le azioni di messa a dimora di alberi nel territorio. È con le azioni concrete, non con le lamentele e le proteste fini a se stesse, che possiamo trasformare i luoghi dove viviamo, la qualità della vita nostra e degli altri. L'importante è non arrendersi mai e cercare l'incontro, la collaborazione, piuttosto che il conflitto che porta alla divisione e alla disgregazione".

Proprio nei giorni scorsi infatti un gruppo di comitati cittadini ha protestato davanti alla sede del V municipio per la mancata manutenzione del verde del territorio. Gli stessi comitati cittadini hanno denunciato che nei primi giorni della fase 2 sono stati costretti a pulire da soli i parchi in quanto molte aree verdi erano di fatto inaccessibili alla cittadinanza che poteva uscire dopo tanto tempo. Come riportato da Romatoday, a causa di un contagio di Covid 19, 20 giardinieri su 35 del servizio giardini territoriale sono rimasti in quarantena per due settimane, proprio quelle a ridosso delle riaperture. Moltissimi parchi del V municipio sono così rimasti senza manutenzione. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RomaToday è in caricamento