menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Tor Sapienza, riscaldamenti spenti nelle case del Comune: "Raggi venga subito qui"

Rivolte e autobus bloccati. A protestare le 250 famiglie residenti in via Tranquillo Cremona: "Raggi venga qui come ha fatto a Tor Bella Monaca"

Ancora Tor Sapienza. Due anni dopo la rabbia delle periferie esplode di nuovo nel quartiere del V municipio. A far montare la protesta stavolta è la mancata manutenzione delle case del Comune: soffitti pericolanti, cantine allagate, tetti da aggiustare. A far traboccare il vaso però è stata la mancata accensione dei riscaldamenti. 

Siamo in via Tranquillo Cremona, a due passi da viale Giorgio Morandi, teatro delle rivolte di due anni fa. 

Qui questo pomeriggio, mamme, anziani, bambini e giovani hanno invaso la strada chiudendola con cassonetti. Bloccati anche gli autobus. Esasperati i residenti a cui non è andato giù il muro di gomma da parte del Comune. "Dalla scorsa primavera chiediamo che venga riparata la caldaia", spiega Nuccia D'Alessandro del Comitato Morandi Cremona. "Già lo scorso anno andava in blocco e quest'anno neanche si è provato ad accenderla. Le nostre case sono al freddo, oltre al fatto che ci piove dentro e nessuno fa niente. In tutto questo le tasse continuiamo a pagarle: oltre 100 euro al mese per un riscaldamento che non c'è". Nessuno risponde, neanche la Raggi. Proprio la sindaca è stata più volte invitata a venire qui: "Abbiamo chiamato la segreteria, il dipartimento Patrimonio, abbiamo chiesto un blitz come quello di Tor Bella Monaca, ma niente".

Così oggi è nata la protesta. "Siamo esasperati", continua la D'Alessandro. "Per fermarci è dovuta intervenire la forza pubblica che ha garantito l'intervento del Comune. Magari loro ci riescono a smuoverli". Alle 18 l'accensione "per sole tre ore ci hanno detto. Ma tanto dopo 10 minuti si blocca perché andrebbe riparata o sostituita la caldaia", conclude ancora la D'Alessandro.

Un caso quello delle case di via Tranquillo Cremona che arriva dopo la protesta di via Diego Angeli a Casal Bruciato dove i residenti sono scesi in strada ieri mattina. Anche a Magliana, secondo quanto denuncia il consigliere municipale Marco Palma, la situazione è la stessa: "I residenti degli stabili di piazza Certaldo 78 e di via della Scarperia, immobili di proprietà di Roma Capitale nel quartiere della Magliana, vivono senza riscaldamenti: non sono stati ancora attivati. E' dal mese di ottobre che gli inquilini chiedono all'amministrazione  (SIMU) di intervenire e verificare, come del resto il sottoscritto rispetto anche ai plessi scolastici, ma ad oggi i riscaldamenti sono spenti".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Notizie

Blocco traffico a Roma: domenica 24 gennaio niente auto nella fascia verde

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Cultura

    "Ma che c'hai prescia?", cosa significa e perché si dice così

  • Sicurezza

    Come eliminare l’odore di fumo in casa

  • social

    "Fa er provola", perché si dice così?

Torna su

Canali

RomaToday è in caricamento