menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Collatino: crolli alla scuola Birago? "Il centrodestra parla a vanvera"

Alessandro Moriconi, Assessore nell'ex Municipio VII, spiega che il muro della scuola Birago è crollato per un incidente d'auto ma il plesso è in buone condizioni

Nessun crollo dovuto alla cattiva manutenzione. Secondo l’ex Assessore in VII, Alessandro Moriconi, il danneggiamento del muro di recinzione della scuola Birago di cui abbiamo dato notizia ieri sarebbe dovuto ad un semplice incidente d’auto. Secondo l'Assessore il plesso all’angolo tra via Collatina e via Grotta di Gregna si presenterebbe dunque in condizioni più che discrete.  

Solo ieri, denunciando l'accaduto, Fabrizio Santori, consigliere regionale di centrodestra, aveva infatti accusato la giunta Marino di parlare bene e razzolare male in tema di edilizia scolastica. 

“Attaccare Marino e il Municipio Roma V per il degrado degli edifici scolastici a causa di un incidente e stradale che circa una settimana fa ha demolito circa tre metri lineari di recinzione della Birago è davvero troppo - spiega Moriconi-. Ed è quanto contenuto in un Comunicato Stampa del Consigliere Regionale Fabrizio Santori e l'ex cons. del VI municipio F. Corsi. Purtroppo per loro la Birago è l'ultima delle scuole che la ex Giunta di Sinistra con Mastrantonio Presidente ha messo a norma eliminando tra l'altro le barriere architettoniche e rifatto completamente gli esterni e i tetti”.

Il centrodestra ha contro replicato sostenendo che l'accusa mossa alla giunta municipale, e al Sindaco Marino, si riferisse semplicemente alla mancata recinzione dell'area e del muro perimetrale "dove tutti i giorni passano i bambini e i genitori per andare a scuola". 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • social

    "Fa er provola", perché si dice così?

  • De Magna e beve

    12 "vizi" artigianali: nuovo regno del tiramisù apre a Roma

  • De Magna e beve

    Dove mangiare i 5 supplì più buoni di Roma, rigorosamente "al telefono"

Torna su

Canali

RomaToday è in caricamento