Domenica, 19 Settembre 2021
Centocelle Prenestino / Via Torre Annunziata

V municipio, altro che trasparenza: "Lo streaming in Consiglio è rimasto una promessa"

Doveva essere un caposaldo della "rivoluzione" a Cinque Stelle, ma il V municipio ancora lo sta aspettando. La denuncia dei dem: "Siamo in attesa che i proclami diventino realtà"

"Trasmettere in streaming le sedute del consiglio municipale". E' scritto nelle linee programmatiche, oltre a far parte dei cavalli di battaglia dei Cinque Stelle. Sfruttare il web per far vedere a tutti interventi e decisioni durante le riunioni dell'Aula, in nome della tanto osannata trasparenza nei confronti degli elettori, è un caposaldo della "rivoluzione" grillina. Il V municipio però è in ritardo. 

"Siamo in attesa che i proclami sulla trasparenza, tanto raccontati dal presidente Boccuzzi in campagna elettorale diventino realtà, come i consigli in piazza aperti ai cittadini". A far notare che ancora niente di tutto questo è stato fatto è il capogruppo Pd, Alessandro Rosi. "E' un mistero su cosa si aspetta a trasmettere in streaming le sedute del consiglio in aula - aggiunge - è possibile farlo già dalla prossima seduta senza oneri per l'amministrazione". Ma invece il problema sembrerebbero proprio gli oneri. 

Sono tre i consigli già convocati, altri due sono in programma per il 4 e il 5 agosto, ma di dirette web nemmeno l'ombra. Abbiamo chiesto direttamente al presidente, che conferma l'assenza di smartphone o simili per le riprese promesse. "Ancora non abbiamo trovato nessuno che ci fa le riprese, servono soldi". Ironizza: "Se intanto vuole pensarci l'opposizione...", ma assicura: "Le faremo sicuramente". 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

V municipio, altro che trasparenza: "Lo streaming in Consiglio è rimasto una promessa"

RomaToday è in caricamento