Quarticciolo Alessandrino / Via Ugento, 4

Quarticciolo, palazzi popolari senza ascensore: così anziani e disabili restano “intrappolati” in casa

Nonostante i 2,5 milioni di euro spesi da Regione Lazio e Ater per la riqualificazione di alcune palazzine popolari, nella scala Q di via Ugento 4 cinque famiglie su dodici devono combattere contro le barriere architettoniche

Nessuna possibilità di uscire se non presi e portati giù lungo le scale da familiari e amici, così le persone disabili e gli anziani fragili di una delle palazzine Ater del Quarticciolo restano "intrappolati" nelle case popolari.

Quarticciolo, niente ascensore: case popolari "trappola" per disabili

L'esempio più lampante quello della scala Q di via Ugento 4, nel V Municipio, dove cinque famiglie su dodici hanno in casa almeno una persona con disabilità o difficoltà motorie. L'ascensore non c'è e quindi per loro uscire di casa è impossibile.

Una situazione che si trascina da anni tanto che già nel 2017 alcuni residenti avevano scritto ad Ater per chiedere l'installazione dell'ascensore e l'abbattimento delle barriere architettoniche. Interventi questi, aveva sottolineato l'Azienda Territoriale di Edilizia Residenziale Pubblica rispondendo alle istanze degli inquilini,"possono aver luogo solo dopo averne accertato la fattibilità tecnica". "La richiesta di disponibilità dei fondi è richiesta dell'Azienda alla Regione Lazio dopo la formazione di elenchi di nominativi delle persone soggette a tutela in possesso di certificato di invalidità" - si legge nella lettera di Ater ai residenti della scala Q. Da li l'invito a far pervenire la documentazione utile alla formazione dei suddetti elenchi.

La richiesta dei residenti rimasta lettera morta

Ma dopo quattro anni nulla nelle case popolari del Quarticciolo è cambiato. "Metà delle famiglie residenti in un palazzo negli alloggi Ater del Quarticciolo ha all'interno della propria abitazione una persona con disabilità intrappolata, senza possibilità di uscita, a causa delle troppe barriere architettoniche" - ha sottolineato Laura Corrotti, consigliera della Lega in Regione Lazio e responsabile regionale della Lega del dipartimento disabilità. Già pronta un'interrogazione al presidente Nicola Zingaretti e all'assessore competente per capire come intenda risolvere "una situazione che rende impossibile la vita di queste persone fragili, senza possibilità di prendere un ascensore e con le scale come unica via d'uscita anche per chi non può fare a meno di muoversi con la carrozzina". Poi l'affondo elettorale: "Se è questa la Roma che immagina Gualtieri, sappiamo già purtroppo la scarsa attenzione del Pd nei confronti delle persone con fragilità".

Gli interventi di riqualificazione al Quarticciolo

Eppure nel 2019 la Regione Lazio e l'Ater avevano investito 2,5 milioni di euro per riqualificare alcune delle palazzine popolari del Quarticciolo: efficientamento energetico e cappotti termici per 160 alloggi di via dei Larici. In via Ostuni sistemato il locale caldaia ed i percorsi pedonali. In mezzo strade rifatte ed un playground dove i bambini possono giocare. Per molti inquilini restano però interni logori e fatiscenti, con alcune case in cui addirittura piove dal soffitto. Tra le più sofferenti le abitazioni di via Ugento, da quelle parti soprannominate "favelas": è li che i residenti attendono ancora recupero e manutenzione.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Quarticciolo, palazzi popolari senza ascensore: così anziani e disabili restano “intrappolati” in casa

RomaToday è in caricamento