rotate-mobile
Centocelle Prenestino / Via Torre Annunziata

Violenza di genere, una mappa del territorio "per la sicurezza delle donne". L'idea in V municipio

Il progetto è contenuto in una mozione bipartisan, a prima firma del consigliere di Roma Futura Filippo Riniolo, sottoscritta anche da due elette di m5s e fdI

Mappare il territorio del V municipio indicando dove si trovano i centri antiviolenza, le scuole, i consultori familiari, i centri aggregativi per giovani, le sedi delle principali associazioni operanti nei quartieri. Perché sapere di frequentare un luogo ricco di presidi di prossimità può aumentare la percezione di sicurezza di chi lo frequenta. 

È l'idea che a breve approderà in Consiglio municipale, contenuta in una mozione bipartisan maggioranza-opposizione, a prima firma del consigliere Filippo Riniolo della lista Roma Futura, sottoscritto dai colleghi dem Olga di Cagno, Marco Toti, Tatiana Procacci, Antonella Fioretti e le due consigliere di opposizione Valentina Coppola (lista civica Raggi) Marilena Noce (fdI). 

Uno strumento rivolto per lo più alle donne, per contrastare la violenza di genere. "È necessario favorire il protagonismo delle donne nei territori dentro e fuori le istituzioni - spiegano i consiglieri - nonche? diffondere la conoscenza sui luoghi, i servizi, i presidi culturali in ottica di genere presenti nei municipi di Roma, al fine di evidenziare risorse e ambiti di intervento in tema di cura e prevenzione, protezione dalla violenza, sollievo dalle incombenze di cura e gestione del quotidiano, accoglienza delle proprie aspirazioni e desideri, riconoscimento pubblico del proprio ruolo di cittadine".

L'idea di mappare il territorio, e mettere queste mappe a disposizione della cittadinanza, arriva dall'analisi di varie esperienze avviate in altri comuni italiani. La richiesta è quindi rivolta al presidente Caliste, da discutere in aula alla prossima seduta prevista per giovedì 23 giugno, di "promuovere e realizzare la mappatura del municipio in ottica di genere - si legge nell'atto - a partire dal lavoro svolto dalla commissione pari opportunita? e in collaborazione con le istituzioni (scuole, consultori,cag) e le componenti sociali e del terzo settore presenti sui territori".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Violenza di genere, una mappa del territorio "per la sicurezza delle donne". L'idea in V municipio

RomaToday è in caricamento