La Rustica La Rustica

La Rustica: una stazione abbandonata al degrado e all'insicurezza

I cittadini hanno organizzato per il 12 dicembre un sit in per chiedere interventi per risolvere la situazione di una stazione in mano ai vandali e all'incuria, ma che nelle stesso tempo è fondamentale per i cittadini della zona

stazione_la_rusticaLe panchine sono state rimosse da mani di teppisti, le hanno sradicate e portate per “comodità personale”  nelle vie adiacenti la stazione. I muri sono sporchi di scritte che seguono l'evolversi delle storie d'amore:  iniziano con frasi sentimentali e finiscono per diventare inguardabili cancellature nere. E poi, alla fermata di La Rustica Città, manca la sicurezza. Le telecamere di video sorveglianza non funzionano (due sono addirittura puntate verso l'alto) e quella galleria, nata soli due anni fa, è già usurata dalla “cattiva manutenzione” di giovani allo sbando che ne hanno preso pieno possesso.

Il presidente del consiglio del VII Municipio, Cesare Marinucci, insieme ai giovani del circolo Pd del quartiere, sta portando avanti una battaglia dalla parte dei cittadini stanchi di una “situazione insostenibile”. Per questo motivo, il 12 dicembre alle 17, nella stazione della periferia est ci sarà un sit in di protesta “contro lo stato di degrado e abbandono in cui versa la struttura”.

La citata linea ferroviaria è di vitale importanza per chi vive alle porte di Roma e lavora o studia al centro, l'unico modo per evitare code chilometriche nelle ore di punta. Tuttavia, da Lunghezza a Tiburtina,  le fermate intermedie sono tutte messe male, quasi “da far paura”.

stazione_la_rustica_1Quello di La Rustica è un problema condiviso in particolare dalla stazione di Tor Sapienza, tappa successiva della manifestazione indetta dal circolo del Pd, coordinato da Davide Di Carlo. La stazione del settimo Municipio è nata a febbraio del 2007 “come opera di compensazione”, ci spiega Marinucci, “i cittadini vessati dai cantieri della Tav hanno ottenuto in cambio dalle Ferrovie dello stato quest'opera per loro molto importante ma che, dopo soli due anni, è già in condizioni pietose. Non c'è controllo né manutenzione, giovani vandali ne hanno preso pieno possesso, depredando arredi e mettendo a rischio i passeggeri, con aggressioni, lanci di pietre  contro i treni di passaggio. La loro pericolosa attività ha persino imposto al nostro Municipio di mettere le grate alle finestre della scuola elementare lì vicino, per tutelare i bambini. Questa stazione, dalle Ferrovie dello Stato, dovrà presto passare come proprietà al Comune che la darà in gestione al Municipio ma noi non la vogliamo se prima non fanno i lavori per ripararne i danni e se non viene istituito un servizio di sorveglianza seria, soprattutto di notte”.

A La Rustica molti cartelloni informativi sono divelti, spesso finiscono vicino ai binari, con alto rischio per il transito dei treni, soprattutto quelli ad alta velocità. Adolescenti senza meta e con cattive intenzioni passano qui il loro tempo libero, sono anche soliti “giocare” vicino alle rotaie mettendo in pericolo la loro vita.

“Questo purtroppo è uno scotto da pagare anche per l'assenza di strutture dedicate ai ragazzi nel VII Municipio”, ci ha spiegato Davide Di Carlo del circolo Pd La Rustica. “Per questo stiamo cercando come circolo di fare ottenere ad alcune associazioni di volontariato che si occupano di giovani delle strutture da usare per attività ricreative”. E i problemi della stazione non finiscono qui: I giardini pubblici non sono curati e le erbacce crescono oltre misura, le forze dell'ordine non hanno risorse necessarie da investire in un controllo fisso della zona e servirebbe un servizio di sorveglianza privata come supporto.
Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La Rustica: una stazione abbandonata al degrado e all'insicurezza

RomaToday è in caricamento