La Rustica Tor Sapienza / Via Emilio Longoni

La Rustica scrive al vicesindaco: ecco la black list delle opere a metà

Il Comitato di Quartiere ha incontrato in Campidoglio giorni fa il vicesindaco, con delega alle periferie, Luigi Nieri, per sottoporgli una lunga lista di questioni irrisolte nel quadrante

Un lunga, lunghissima, lista di opere lasciate a metà, interventi promessi e mai attuati o partiti e mai terminati, di importanza strategica per il quartiere. Il Comitato La Rustica scrive al vicesindaco, con delega alle periferie, Luigi Nieri. Una lettera alla quale è seguito un incontro in Campidoglio, per prendere visione del da farsi.  

Si va dalle opere compensative TAV, l'adeguamento di via Collatina tra via Emilio Longoni e via dell'Acqua Vergine e adeguamento della viabilità in zona, già finanziate con fondi trasferiti da RFI al Comune, ma ancora da realizzare, all'area di via Aretusa, acquisita da privati a febbraio del 2013 per costruirvi un piazzale davanti alla scuola elementare, mai fatto neanche questa. 

Poi c'è il mercato di via Dameta, realizzato con il progetto 100 piazze. Qui sono tante le assegnazioni mancanti, perché ancora sono in corso le procedure per l'espletamento del bando Mercati 2013, con il problema, che rimane, della mancata manutenzione delle aree, abbandonate al più più completo degrado. 

Sempre sul fronte delle ferrovie e di opere e interventi legati all'Alta Velocità, nonostante questa sia in funzione da 8 anni, le aree del parcheggio di via Salcito e via Sileno non risultano ancora prese in consegna. Stessa sorte tocca al Parco del fosso Tor Bella Monaca - Tor Tre Teste, che seppur pronto non può essere aperto per questioni legate anche qui a intoppi burocratici e amministrativi.  

Per non parlare dei programmi per il completamento della pista ciclabile, del mancato ripristino del capolinea delle linee TPL 447 e 543, e del parcheggio accanto al parco di via Virgilio Guidi trasformato in una dicarica abusiva in continua bonifica, dove ignoti stanno smontando anche i guard rail, oltre ai tombini in ghisa e ai soliti fili di rame degli impianti di illuminazione. 

E siamo solo a metà della lista. 


QUI LA LETTERA INTEGRALE AL VICESINDACO

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La Rustica scrive al vicesindaco: ecco la black list delle opere a metà

RomaToday è in caricamento