Mercoledì, 20 Ottobre 2021
La Rustica La Rustica

La Rustica, un uomo entra in chiesa e distrugge oggetti e suppellettili sacre: "Molti i danni"

E' accaduto questa mattina intorno alle 9.30

Acquasantiere rotte, candelabri a terra, vetri in frantumi. Sono diversi i danni registrati questa mattina all’interno della Chiesa di Nostra Signora di Czestochowa di largo Augusto Corelli, a La Rustica. A causarli è stato un 54enne romano istruttore di pugilato che, in evidente stato di alterazione, è entrato e ha iniziato a distruggere suppelletti sacre e altri oggetti presenti. I fatti si sono verificati intorno alle 9.30 quando all’interno della chiesa c’era l’anziano parroco e una donna che stava facendo le pulizie.

? stata lei a dare l’allarme e a chiedere l’intervento delle forze dell’ordine. Sul posto sono intervenute alcune pattuglie del Nucleo operativo radiomobile dei carabinieri e un’ambulanza. Secondo la testimonianza dei presenti, infatti, non è stato semplice bloccare l’uomo e calmarlo. Decisivo, nel corso dell'intervento dei militari, l'utilizzo dello spray al peperoncino, con il quale l'esagitato è stato sedato e portato al Pertini. Qui è rimasto fino al pomeriggio di venerdì, prima di essere portato in caserma. Per lui è scattata la denuncia a piede libero.

“Sono arrivato davanti alla chiesa alle dieci meno dieci ed era già accaduto”, racconta Antonio D’Alessandro, residente e fratello di Lorena D’Alessandro, la giovane morta a soli 17 anni per un grave tumore, molto attiva nella parrocchia e devota, per la quale nel 2003 si è conclusa, presso il Vicariato di Roma, la causa di Beatificazione. Le sue spoglie riposano in una teca all’interno della chiesa oggetto questa mattina di atti vandalici.

“Mi è stato raccontato che questa persona di circa 40 anni è entrata con due mattoncini e ha iniziato a spaccare tutto quello che trovava. ? stato molto difficile fermarlo. Sono entrato per dare una mano a pulire e ho potuto constatare che sono stati registrati diversi danni: c’erano acquasantiere rotte, croci e candelabri a terra, anche l’altare è stato lesionato. Il danno più grave l’ha riportato il quadro della Nostra Signora di Czestochowa: il vetro è andato in frantumi e anche la tela, una riproduzione originale e storica, ha riportato lesioni. Ero molto preoccupato anche per la teca dove riposa mia sorella ma fortunatamente non è stata toccata”. Al termine dei rilievi, la chiesa è stata sanificata.

Articolo aggiornato alle 12.00 di sabato 15 agosto 2020

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La Rustica, un uomo entra in chiesa e distrugge oggetti e suppellettili sacre: "Molti i danni"

RomaToday è in caricamento