CentocelleToday

La Rustica, un uomo entra in chiesa e distrugge oggetti e suppellettili sacre: "Molti i danni"

E' accaduto questa mattina intorno alle 9.30

Acquasantiere rotte, candelabri a terra, vetri in frantumi. Sono diversi i danni registrati questa mattina all’interno della Chiesa di Nostra Signora di Czestochowa di largo Augusto Corelli, a La Rustica. A causarli è stato un 54enne romano istruttore di pugilato che, in evidente stato di alterazione, è entrato e ha iniziato a distruggere suppelletti sacre e altri oggetti presenti. I fatti si sono verificati intorno alle 9.30 quando all’interno della chiesa c’era l’anziano parroco e una donna che stava facendo le pulizie.

Ė stata lei a dare l’allarme e a chiedere l’intervento delle forze dell’ordine. Sul posto sono intervenute alcune pattuglie del Nucleo operativo radiomobile dei carabinieri e un’ambulanza. Secondo la testimonianza dei presenti, infatti, non è stato semplice bloccare l’uomo e calmarlo. Decisivo, nel corso dell'intervento dei militari, l'utilizzo dello spray al peperoncino, con il quale l'esagitato è stato sedato e portato al Pertini. Qui è rimasto fino al pomeriggio di venerdì, prima di essere portato in caserma. Per lui è scattata la denuncia a piede libero.

“Sono arrivato davanti alla chiesa alle dieci meno dieci ed era già accaduto”, racconta Antonio D’Alessandro, residente e fratello di Lorena D’Alessandro, la giovane morta a soli 17 anni per un grave tumore, molto attiva nella parrocchia e devota, per la quale nel 2003 si è conclusa, presso il Vicariato di Roma, la causa di Beatificazione. Le sue spoglie riposano in una teca all’interno della chiesa oggetto questa mattina di atti vandalici.

“Mi è stato raccontato che questa persona di circa 40 anni è entrata con due mattoncini e ha iniziato a spaccare tutto quello che trovava. Ė stato molto difficile fermarlo. Sono entrato per dare una mano a pulire e ho potuto constatare che sono stati registrati diversi danni: c’erano acquasantiere rotte, croci e candelabri a terra, anche l’altare è stato lesionato. Il danno più grave l’ha riportato il quadro della Nostra Signora di Czestochowa: il vetro è andato in frantumi e anche la tela, una riproduzione originale e storica, ha riportato lesioni. Ero molto preoccupato anche per la teca dove riposa mia sorella ma fortunatamente non è stata toccata”. Al termine dei rilievi, la chiesa è stata sanificata.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Articolo aggiornato alle 12.00 di sabato 15 agosto 2020

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La sala è piena di pubblico senza mascherina: la “bolla” del Costanzo Show fa infuriare i social

  • Coronavirus Roma, tamponi rapidi a 22 euro: l'elenco dei laboratori privati dove farlo

  • Roma, la mappa del contagio di ottobre: 47 quartieri con più di cento casi

  • Drive in dove fare i tamponi a Roma: gli indirizzi. L'elenco completo

  • La marcia 'nera' su Roma, l'ultra destra sfida il coprifuoco. La Questura: "Nessun preavviso per il corteo"

  • Ristorante romano consegna le chiavi a Virginia Raggi: "Roma muore e con sé la ristorazione e il turismo"

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
RomaToday è in caricamento