Lunedì, 21 Giugno 2021
Centocelle Quadraro / Via Pietro Silva

Accoltellò un 26enne alla testa: arrestato dopo una fuga di 10 giorni

I carabinieri hanno rintracciato l'autore dell'aggressione in un furgone abbandonato a via Pietro Silva. La vittima si trova ancora in coma per le ferite riportate alla testa il primo dicembre

Non è durata molto la latitanza del marocchino 26enne che il primo dicembre scorso ha quasi ridotto ucciso a martellate un romeno di 29 anni. L'aggressione è avvenuta in via Amarilli, a Tor Cervara, complice qualche bicchiere di troppo che ha portato a una lite per futili motivi tra un gruppetto di ragazzi romeni e marocchini.

Quando il litigio sembrava finito, il 26enne ha estratto un coltello dalla manica e ha colpito più volte alla testa il 29enne, aggredendolo di spalle e lasciando a terra con una grave frattura cranica. Ricoverata al Sandro Pertini, la vittima è ancora in coma, dopo essere stata sottoposta a un delicato intervento chirurgico. L'aggressore era riuscito a scappare a piede ed era riuscito per una decina di giorni a nascondersi ai controlli.

I carabinieri hanno scoperto alla fine il suo nascondiglio, una furgone abbandonato in via Pietro Silva, a Centocele. Alla vista dei militari, il 26enne ha provato a fuggire per i campi circostanti ma è stato subito bloccato. Ora si trova a Regina Coeli. (Fonte Ansa)

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Accoltellò un 26enne alla testa: arrestato dopo una fuga di 10 giorni

RomaToday è in caricamento