rotate-mobile
Venerdì, 3 Dicembre 2021
Centocelle Centocelle / Via dei Frassini

Emergenza rifiuti, a Centocelle puliscono gli immigrati: "Paghiamo loro invece che Ama"

Via dei Frassini, via dei Glicini, via degli Aceri, via dei Faggi. Ragazzi rifugiati si danno da fare per ripulire Roma. Raccolgono i sacchetti lasciati in strada e li buttano nei secchioni già svuotati

Puliscono le erbe infestanti e raccolgono da terra i sacchetti di spazzatura riponendoli uno per uno dentro i secchioni. Ama non passa a sufficienza per garantire il decoro del quartiere? La crisi del sistema rifiuti sta riducendo la Capitale in condizioni indecenti? A Centocelle ci pensa un gruppo di immigrati, con tanto di pettorina fosforescente, guanti, scopa, cappellino con la tesa per il sole quasi estivo. 

Via dei Frassini, via dei Glicini, via degli Aceri, via dei Faggi. I ragazzi raccolgono contributi volontari dei passanti in un'apposita scatola di cartone, come avviene sempre più spesso in diversi quartieri della Capitale. Intervengono in prima linea sull'emergenza rifiuti, ancora in corso al netto di chi dal Campidoglio ne nega l'esistenza. Entro la prossima settimana si dovrebbe rientrare alla normalità, almeno così ha garantito la sindaca Raggi. 

rifiutiimmigrati4-2

Intanto però, l'esercito del fai da te si è messo in moto. E ci sono anche loro, gli stranieri rifugiati nella nostra città che da un po' di tempo a questa parte si sono uniti in gruppi volontari dando il loro contributo alla pulizia di strade e marciapiedi. I cittadini ringraziano, lasciano la "mancia", e tirano amare conclusioni: "Dovremmo pagare solo loro invece che Ama". Qualcuno ha anche fornito gli indirizzi delle proprie residenze ai nuovi netturbini, sperando in un passaggio (retribuito) sotto casa.   

CASSONETTI VUOTI E SACCHETTI FUORI, ECCO PERCHE'

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Emergenza rifiuti, a Centocelle puliscono gli immigrati: "Paghiamo loro invece che Ama"

RomaToday è in caricamento