menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Centocelle, una cerimonia ricorda il rastrellamento del 6 aprile 1944

Davanti al monumento di piazza delle Camelie il presidente del V municipio Boccuzzi e alcuni esponenti della sezione Anpi 'Giordano Sangalli'. "Orgogliosi di ricordare questi momenti"

Centocelle ricorda il Rastrellamento del 6 aprile del 1944. Questa mattina il presidente del V municipio, Giovanni Boccuzzi, le assessore alla Cultura e alla Scuola, Brunetti e Mammarella, insieme alla sezione Anpi 'Giordano Sangalli' si sono riuniti a piazza delle Camelie, nel quartiere che sorge lungo la Casilina, per ricordare il Rastrellamento. "Quel giorno", ha scritto Boccuzzi, "partigiani e militari, donne e uomini furono arrestati, torturati ed uccisi per mano della Banda Koch, il reparto di fascisti repubblichini guidato da Pietro Koch".

Si è trattato di una cerimonia ristretta, con poche persone, per il rispetto delle norme anti Covid. La commemorazione si è tenuta a piazza delle Camelie dove sorge il monumento ai martiri della Resistenza. "Il Quartiere Centocelle diede un enorme contributo alla lotta di Liberazione", ha concluso Boccuzzi. "Anche se con una cerimonia ristretta per via della pandemia, siamo sempre orgogliosi di ricordare i momenti storici dei nostri quartieri legati all’antifascismo".

Il 4 giugno del 2018 infatti, 74esimo anniversario della Liberazione di Roma, il quartiere è stato insignito della Medaglia d’Oro al Valor Civile per il suo contributo nella Resistenza. La richiesta era stata promossa proprio dalla sezione locale dell'Anpi, Giordano Sangalli, presieduta allora dall'ex partigiano Adriano Forcella (nome di battaglia Pilade).

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RomaToday è in caricamento