menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Immagine di repertorio

Immagine di repertorio

Centocelle, una petizione contro la movida di piazza delle Gardenie: "Casino osceno"

La petizione è stata lanciata da un residente circa un mese fa e ha raccolto circa 700 firme

Il titolo della petizione è chiaro: 'Salviamo piazza delle Gardenie'. E il testo, che gira da circa un mese tra le pagine Facebook dei cittadini di Centocelle, ha raccolto oltre 700 firme in sostegno. Obiettivo: raccogliere quanto più consenso possibile per presentare una denuncia alla Procura della Repubblica. Nel mirino c'è la vita notturna della piazza che si trova ai margini del quartiere di Centocelle, lungo una delle fermate della metro C. Qui ogni sera, sarà per alcuni dei locali aperti nella zona, sarà per l'ampio spazio all'aperto che la piazza offre, c'è un'intensa vita nottura che mal si concilia con le esigenze dei residenti.

Ed è proprio da uno di questi residenti che è nata l'idea di raccogliere l'indignazione attorno a una petizione: "Sono un ragazzo nato e cresciuto nella mia splendida Centocelle ed oggi ho preso una decisione: voglio porre fine allo scempio che ormai da troppo tempo sta degradando Piazza delle Gardenie e, in generale, il quartiere intero", si legge nell'attacco. "E se anche tu sei qui ora, vuol dire che non sono il solo a pensarla così".

In cima alla lista dei motivi attorno ai quali la petizione cerca di creare consenso è il rumore notturno: il testo parla di un "osceno casino che tutte le sere/notti si crea in Piazza delle Gardenie e vie limitrofe". L'autore chiede inoltre consenso a quanti sono stanchi "di brindare, puntualmente alla mezzanotte di ogni giorno, il compleanno di sconosciuti cafoni maleducati che hanno deciso in piena autonomia che Piazza delle Gardenie è diventata una location di compleanni ed eventi privati" e se "di scendere la mattina e trovare per strada pericolosi vetri rotti, bottiglie di birra e/o alcolici lasciati sul ciglio della strada o sui tettini delle auto, tracce di vomito per terra, e quant'altro". E ancora. Auto danneggiate o rubate, mercatini abusivi, e "insicurezza" 

Lo scopo, spiega l'autore, "è raccogliere quante più firme possibili per poi presentarle alla Procura della Repubblica che, in presenza di un'adesione massiccia, organizzerà la presenza stabile in piazza di una pattuglia di forze dell'ordine tutti i giorni, sere e notti". 


 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RomaToday è in caricamento