CentocelleToday

Piazza dei Gerani, inaugurato il nuovo parco giochi: verrà intitolato a Federica Stiffi

Presente all'inaugurazione anche il presidente della Regione Lazio, Nicola Zingaretti. Il progetto è stato realizzato, in parte con fondi pubblici, dalla Rete impresa Castani

Il presidente della Regione Lazio Nicola Zingaretti e la presidente della Rete impresa Castani Monica Paba

Dopo mesi di lavoro e di attesa la nuova piazza dei Gerani, in particolare l'area giochi inclusiva per i bambini diversamente abili, è aperta al pubblico. Il parco, voluto e realizzato dalla Rete impresa Castani, è stato inaugurato questo pomeriggio alla presenza del presidente della Regione Lazio, Nicola Zingaretti. La piazza verrà intitolata a Federica Stiffi, giovane morta per shock anafilattico per un drink che conteneva lattosio cui era fortemente allergica.

Il piano di riqualificazione di Piazza dei Gerani, nasce dalla Rete d’impresa Castani che ha progettato l’intervento e vinto il bando regionale sulle reti di imprese, bando che la Regione Lazio ha finanziato con  16,5 milioni per 161 progetti in tutto il Lazio. In particolare la Rete d’impresa Castani, composta da oltre 90 esercenti della zona, ha ottenuto un finanziamento dalla Regione Lazio di 80mila euro. Di questi, 32mila euro sono stati utilizzati per la riqualificazione della Piazza, ulteriori 15mila euro sono stati versati dalla società regionale LAZIOcrea con i quali è stato acquistato un gioco inclusivo per ragazzi con disabilità e infine 83mila euro sono stati recuperati tramite attività di fundraising da cittadini e commercianti di Centocelle. Gli altri giochi della piazza sono stati acquistati tutti con sponsorizzazioni private.

“La piazza è stata completamente rinnovata, prima era un bivacco oggi qui c’è uno splendido giardino. Una vera e propria rinascita" ha detto Zingaretti "realizzata attraverso un gioco di squadra e una forte sinergia di risorse pubbliche e private. Grazie dunque, alla Rete di imprese Castani e a tanti cittadini, attività, esercizi commerciali di Centocelle e sponsor, che insieme hanno raccolto oltre 80mila euro indispensabili a trasformare un posto sporco e abbandonato a se stesso in una piazza più bella e ricca di servizi. Per me tornare in questo quartiere ha un significato enorme – ha continuato il presidente della Regione Lazio - e ora più che mai, in questa fase di fragilità e incertezza dell’intero Paese, è il momento di migliorare le nostre città, riportando qualità urbana, servizi, presidi culturali e anche un’economia sana. Se siamo uniti, istituzioni e cittadini, anche la criminalità è costretta ad arretrare. Dobbiamo reagire compatti a ogni tentativo di attacco alle nostre libertà, perché non possiamo dimenticare l’incendio alla libreria Pecora Elettrica, al Baraka Bistrot e al locale Pinsa55. Non lasceremo mai Centocelle alla violenza”.

Al termine dell’inaugurazione in Piazza dei Gerani, il Presidente Zingaretti ha voluto visitare proprio questi ultimi due locali, che dopo essere stati oggetto di atti vandalici e intimidatori, hanno ripreso l’attività, specificando che: “Presto anche nel luogo dove c’era la Pecora Elettrica aprirà un nuovo spazio culturale (di circa 70 mq) al cui interno, in collaborazione con la rete del territorio, si terranno convegni, proiezioni, incontri, dibattiti grazie all’intervento della Regione Lazio che ha investito circa 40mila euro del proprio bilancio e affidato a LAZIOcrea l’allestimento e la gestione del luogo. Non potevamo permettere che un luogo così importante per la città potesse scomparire”, ha aggiunto Zingaretti.

Dopo gli attacchi incendiari la Regione ha aperto un Fondo per le attività vittime di attacchi criminali: “Bisogna dare a chi ha il coraggio di scommettere sui territori più difficili il segnale che le istituzioni sono al loro fianco" ha concluso Zingaretti. "Con il fondo da 1 mln di euro abbiamo finanziato tutte le imprese colpite nel quartiere”. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Roma, la mappa del contagio dell'ultimo mese: ecco i municipi e i quartieri con più casi

  • Camorra, "a Roma comanda tutto lui": il cartello della droga di Michele Senese. Ecco come aveva diviso la Capitale

  • Incidente sulla Pontina: l'auto ha un'avaria, lui scende e viene investito da un tir. Morto 43enne

  • La montagna vicino Roma: 5 escursioni a due passi dalla Città eterna

  • Choc nel parcheggio del supermercato: cliente non lascia il carrello al mendicante e finisce ferito in una pozza di sangue

  • Coronavirus, a Roma 1306 nuovi casi. D'Amato condanna: "Assurde le scene viste nei centri commerciali"

Torna su
RomaToday è in caricamento