CentocelleToday

Fogna a cielo aperto in via di Tor Sapienza: denunce da mesi ma nessuno interviene

A sei mesi dalle prime denunce la fogna che sversa acque nere e liquami in via di Tor Sapienza non è stata ancora riparata

Da quasi sei mesi i residenti di via di Tor Sapienza, all’altezza del civico 24, lamentano una situazione di disagio dovuta alla rottura di un impianto fognario che sversa acque nere in strada ed è causa di un olezzo nauseabondo. Le prime segnalazioni sono partite lo scorso ottobre, mentre il 6 novembre il consigliere di opposizione (Fdi) Daniele Rinaldi ha denunciato la situazione a RomaToday.

"Ho già segnalato agli uffici competenti tale situazione che crea gravi disagi anche dal punto di vista igienico-sanitario ed ho sollecitato il Dipartimento Lavori pubblici di Roma Capitale affinché venga effettuato un sopralluogo sul posto, nei prossimi giorni al fine di risolvere definitivamente il problema , alla presenza di tutti gli uffici interessati", scriveva Rinaldi.

Ad oggi però nulla è cambiato. Sotto accusa sopratutto il distretto territoriale della Asl Roma B che dovrebbe attivarsi laddove il rischio igienico sanitario supera i livelli di guardia. "Da mesi e mesi - ha commentato Roberto Torre del Cdq Tor Sapienza - la rottura della fogna è ancora lì, con i suoi liquami, con l'olezzo che ti spezza le narici, con gli schizzi di acqua putrida che ti investono in pieno quando le auto immancabilmente ci passano sopra. Tutto normale, siamo a Tor Sapienza".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Neve a Roma in settimana? Cosa dicono le previsioni meteo

  • Zona arancione, cosa si può fare e cosa no a Roma e nel Lazio dal 17 gennaio

  • Roma e Lazio in zona arancione: l'annuncio dell'assessore D'Amato

  • Chi è Manolo Gambini il detenuto evaso da Rebibbia dopo aver scavalcato la recinzione

  • Coronavirus, Roma e il Lazio verso la zona arancione: indice Rt e ricoveri oltre la soglia. Cosa cambia

  • Sabato zona gialla a Roma e nel Lazio: il 16 gennaio giornata limbo prima della stretta

Torna su
RomaToday è in caricamento