CentocelleToday

Centocelle: in vendita box auto abusivi, decine i cittadini danneggiati

Secondo una sentenza la società Edilpark avrebbe venduto decine di garage costruiti su un terreno altrui. E ora il legittimo proprietario vuole rivalersi sugli acquirenti per scongiurare l'usucapione

Una società che vende box auto edificati su un terreno che non gli appartiene, il legittimo proprietario che per anni non si accorge di nulla, il Comune di Roma che autorizza e non vede. E a rimetterci i soliti noti: i cittadini. Una vicenda surreale quella accaduta a Centocelle e balzata agli onori delle cronache grazie ad un articolo de La Repubblica in un pezzo a firma di Giuseppe Scarpa.

I FATTI - Secondo una sentenza del tribunale civile, riportata dal quotidiano di Largo Fochetti, la società Edilpark avrebbe edificato parte del mercato rionale di viale della Primavera, con annessi box auto, su un terreno non di sua proprietà. La società ha cioè ottenuto il permesso dal Comune di Roma per edificare su un’area di 5800 metri quadri, ma secondo la sentenza (che tuttavia, è doveroso ricordarlo, è stata appellata) ne avrebbe occupati altri 14mila mq che appartengono, almeno così ha stabilito il tribunale, all’immobiliare milanese Fimmi.

La quale, del tutto ignara che su quel terreno stava sorgendo un centro commerciale, non si è accorta della truffa fino al 2005 quando ha denunciato tutto mettendo in moto la macchina della giustizia. Passano altri 7 anni e arriva la sentenza che “condanna Edilpark a restituire l’area illegittimamente occupata per complessivi quattordicimila metri quadri”.

Nel frattempo però la società edile ha fatto in tempo a costruire e vendere i 71 box auto, e risulta al momento in liquidazione, una scatola vuota. Non potendo più rivalersi nei contronti della EdilPark l'immobiliare milanese ha già annunciato che busserà alla porta dei 71 incolpevoli compratori dei box e non esclude aprire un contenzioso anche nei confronti degli operatori del mercato rionale, dal momento che una parte della struttura è interna alla loro proprietà. Per difendersi gli sventurati acquirenti si sono già organizzati creando un comitato ad hoc. Il finale di questa tragica e kafkiana vicenda è insomma ancora tutto da scrivere.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La sala è piena di pubblico senza mascherina: la “bolla” del Costanzo Show fa infuriare i social

  • Coronavirus Roma, tamponi rapidi a 22 euro: l'elenco dei laboratori privati dove farlo

  • Roma, la mappa del contagio di ottobre: 47 quartieri con più di cento casi

  • Drive in dove fare i tamponi a Roma: gli indirizzi. L'elenco completo

  • La marcia 'nera' su Roma, l'ultra destra sfida il coprifuoco. La Questura: "Nessun preavviso per il corteo"

  • Ristorante romano consegna le chiavi a Virginia Raggi: "Roma muore e con sé la ristorazione e il turismo"

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
RomaToday è in caricamento