CentocelleToday

Centocelle, sesso e prostituzione nel parco Madre Teresa di Calcutta

Appare sempre più compromessa la situazione di quest'area verde al confine tra Centocelle e Alessandrino e diventata ormai enclave di prostitute e tossicodipendenti

Nel pomeriggio di ieri 11 aprile le mamme dei bambini che frequentano la scuola San Bendetto e Ungaretti si sono date appuntamento al Parco Madre Teresa di Calcutta per restituire un po’ di decoro a questa pezzo di verde al confine tra i quartieri Centocelle e Alessandrino. 

Un compito che agli improvvisati operatori ecologici - a cui si è aggiunto anche il consigliere municipale Luca Arioli -  è apparso subito arduo, anzi impossibile. Erba alta, ortica e altre infestanti, panchine rotte e mancanti, bottiglie in vetro e plastica frutto di bivacchi di avvinazzati in quantità industriale. Rasi al suolo i giochi realizzati insieme al campo di calcio a monte del Progetto finanziato dalla Provincia; e per completare il quadretto, come è ormai nelle migliori tradizioni della periferia romana, un divano abbandonato al centro del parco. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...



Dulcis in fondo un tappeto impressionanti di preservativi e fazzolettini, frutto di amplessi a pagamento notturni. Il luogo scelto per fare sesso è tutt'intorno alla recinzione del distributore di carburante Q8 ma non vengono disdegnati neppure gli alberi vicino le entrate sulla palmiro Togliatti e le panchine del parco, rotte o sane che siano. Quantificata in circa 3 Kg la quantità di preservati rimossi. 

Altri segni della presenza del lavoro delle prostitute le troviamo anche negli spazi adiacenti il Nido Comunale. Non è mancato neppure il ritrovamento di qualche siringa. Ovviamente i cancelli installati per poter chiudere il parco a notte son stati o trafugati o semidemoliti e con l’arrivo della Primavera il Parco sarà sempre più frequentato; vista la situazione dell’area appare dunque necessaria una risposta tempestiva del Municipio e di chi dovrebbe assicurare la pubblica sicurezza.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Drive in dove fare i tamponi a Roma: gli indirizzi. L'elenco completo

  • Coronavirus Roma, tamponi rapidi a 22 euro: l'elenco dei laboratori privati dove farlo

  • Coronavirus, a Roma 342 nuovi casi. L'allarme di D'Amato: "Siamo a livello arancione". I dati Asl del 16 ottobre

  • Coronavirus, a Roma 462 casi: sono 939 in totale nella regione. C'è un nuovo focolaio nel Lazio

  • A Roma la stretta anti Covid, Raggi chiede più controlli: nel week end task in campo tra movida e periferie

  • Coronavirus, a Roma 494 casi. Nel Lazio 994 nuovi contagi

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
RomaToday è in caricamento