menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Centocelle, sesso e prostituzione nel parco Madre Teresa di Calcutta

Appare sempre più compromessa la situazione di quest'area verde al confine tra Centocelle e Alessandrino e diventata ormai enclave di prostitute e tossicodipendenti

Nel pomeriggio di ieri 11 aprile le mamme dei bambini che frequentano la scuola San Bendetto e Ungaretti si sono date appuntamento al Parco Madre Teresa di Calcutta per restituire un po’ di decoro a questa pezzo di verde al confine tra i quartieri Centocelle e Alessandrino. 

Un compito che agli improvvisati operatori ecologici - a cui si è aggiunto anche il consigliere municipale Luca Arioli -  è apparso subito arduo, anzi impossibile. Erba alta, ortica e altre infestanti, panchine rotte e mancanti, bottiglie in vetro e plastica frutto di bivacchi di avvinazzati in quantità industriale. Rasi al suolo i giochi realizzati insieme al campo di calcio a monte del Progetto finanziato dalla Provincia; e per completare il quadretto, come è ormai nelle migliori tradizioni della periferia romana, un divano abbandonato al centro del parco. 



Dulcis in fondo un tappeto impressionanti di preservativi e fazzolettini, frutto di amplessi a pagamento notturni. Il luogo scelto per fare sesso è tutt'intorno alla recinzione del distributore di carburante Q8 ma non vengono disdegnati neppure gli alberi vicino le entrate sulla palmiro Togliatti e le panchine del parco, rotte o sane che siano. Quantificata in circa 3 Kg la quantità di preservati rimossi. 

Altri segni della presenza del lavoro delle prostitute le troviamo anche negli spazi adiacenti il Nido Comunale. Non è mancato neppure il ritrovamento di qualche siringa. Ovviamente i cancelli installati per poter chiudere il parco a notte son stati o trafugati o semidemoliti e con l’arrivo della Primavera il Parco sarà sempre più frequentato; vista la situazione dell’area appare dunque necessaria una risposta tempestiva del Municipio e di chi dovrebbe assicurare la pubblica sicurezza.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RomaToday è in caricamento