CentocelleToday

Centocelle, allagamenti e scuole chiuse: i genitori della Guattari scrivono al Municipio

I genitori denunciano la condizione fatiscente della struttura chiusa dopo la bomba d'acqua: "Le forti piogge sono avvenute di notte con la scuola deserta. Di giorno avrebbero potuto mettere a rischio l'incolumità degli alunni"

In una lettera indirizzata all’intera giunta municipale i genitori e i rappresentanti della scuola d'infanzia Guattari, presso l'Istituto comprensivo Ferraironi, "esprimono grande sconcerto e preoccupazione per la chiusura della struttura scolastica" dopo l’allagamento del plesso a causa delle violente piogge dei giorni scorsi. 

"Già recentemente - scrivono i genitori della scuola di via Guattari, a Centocelle - un'intera classe dello stesso edificio aveva dovuto abbandonare la propria aula a causa di infiltrazioni di acqua dal tetto. La situazione del plesso  è ben nota alle autorità competenti - prima tra tutti il Municipio -, ma non è stata mai affrontata con sufficiente serietà e adeguatezza". 

INCOLUMITA’ A RISCHIO - I ripetuti interventi al tetto, prosegue la lettera, "si sono limitati a porre temporanee toppe, senza affrontare strutturalmente il problema". E i problemi della Guattari non si limitano al tetto. L’ allagamento del 16 giugno sarebbe stato causato anche "da problemi al sistema di fognatura della scuola e dall’assenza di ordinaria manutenzione". "Le forti piogge sono avvenute nel cuore della notte e la scuola era in quelle ore deserta", scrivono i genitori. "Di giorno, avrebbero potuto mettere a rischio l’incolumità delle persone presenti, adulti e bambini".

INTERVENTI STRUTTURALI - Il Municipio avrebbe comunque già predisposto il rifacimento del tetto, ciò non di meno "i genitori e i loro rappresentanti chiedono al presidente del Municipio V, agli assessori competenti, ai dirigenti deglli uffici tecnici, che i tempi di consegna siano rispettati (inizio agosto), e - non secondario - che si colga l'occasione per attuare un intervento davvero risolutorio anche delle altre problematiche esistenti nell’edificio e nell’area esterna ad esso, a partire dal sistema delle fognature, senza trascurare le tante altre già segnalate dalla scuola nel corso del tempo (pavimenti, protezioni ai termosifoni nelle aule, ecc.)".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Infine, concludono, "la soluzione alternativa nel frattempo individuata per i giorni che ci separano dalla chiusura estiva non sarà operativa prima di lunedì prossimo, e non sarà a tempo pieno, entrambe cose che costituiscono esse stesse un aggravio per le famiglie". 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Torvaianica, sparatoria tra i bagnanti sulla spiaggia: ferito un uomo

  • Colonna di fumo invade il Raccordo Anulare, chiuso in entrambe le direzioni

  • Referendum, come si vota? Cosa succede se vince il sì, cosa succede se vince il no

  • Sciopero 25 settembre: a Roma metro e bus a rischio per 24 ore

  • Coronavirus, a Roma 141 casi: è il dato più alto da inizio pandemia. Nel Lazio 238 contagi. Il bollettino del 22 settembre

  • Coronavirus Roma, studenti positivi a Nuovo Salario e Acilia. Sanificato plesso a Tor de' Schiavi

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
RomaToday è in caricamento