Giovedì, 5 Agosto 2021
Centocelle Centocelle / Via degli Anemoni

Centocelle, ritrovate Agnese e Serena: erano scalze e graffiate

Le due ragazze di Correggio (Reggio Emilia) sono state ritrovate su un marciapiede piangenti e con delle escoriazioni ai polsi. Una delle due non aveva più le scarpe. Si tratterebbe però di una messa in scena

Sono state ritrovate in via degli Anemoni Agnese e Serena, le due ragazze di Correggio scomparse nei giorni scorsi.

Le ragazze sono state trovate in terra sul marciapiedi, nei pressi del civico 16 di via degli Anemoni, nel quartiere di Centocelle, da un passante che ha dato l'allarme al 113. Le due sedicenni urlavano e piangevano ed erano in stato confusionale. Avevano delle escoriazioni ai polsi e una di loro non aveva più le scarpe.

Questa la testimonianze dei passanti che hanno ritrovato le due ragazze rilasciata all'Ansa: “Abbiamo visto due ragazze attraversare la strada barcollanti che chiedevano aiuto, venivano da un giardinetto di fronte ai palazzi. Erano entrambe scalze e sporche, una di loro era macchiata di sangue in faccia e sui polsi. Indossavano pantacollant e magliette. Sembravano in stato di choc, erano molto alterate, sembrava non sapessero neanche di trovarsi a Roma. Ad un certo punto si sono accasciate dietro un cassonetto. Sembravano alterate - raccontano ancora - Ci chiedevano di essere riportate a casa, erano esauste. Quando è arrivata la polizia e l'ambulanza del 118 ci hanno abbracciati".

Dopo essere stato portate al Policlinico Casilino, è stato accertato che le due sedicenni non hanno subito alcuna violenza

Riguardo al loro ritrovamento, quando sono state viste in strada con macchie di sangue e in apparente stato confusionale, si tratterebbe di una messa in scena attuata dalle ragazze per giustificare il loro allontanamento da casa. Le due sedicenni all'alba sono state raggiunte in ospedale dai rispettivi genitori.

"C'é stata troppa attenzione mediatica sulla nostra scomparsa, così abbiamo cercato di tranquillizzare i genitori facendoci ritrovare e inventando la scusa di aver subito lo stupro. Avevamo progettato la fuga, ma la nostra era solo voglia di evadere", si sono giustificate le due sedicenni.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Centocelle, ritrovate Agnese e Serena: erano scalze e graffiate

RomaToday è in caricamento