CentocelleToday

Rifugiati dall'Infernetto all'Alessandrino? Tra striscioni e volantini arriva la smentita

Un palazzo abbandonato in via Casilina 939, angolo via della Bella Villa, come possibile sede definitiva dei minori di viale Morandi. La paura è cresciuta nel quartiere, ma l'assessore Cutini ha smentito

"Non è in corso alcun trasferimento da una struttura all'altra, o da un municipio all'altro. Per i ragazzi sono previsti percorsi di accoglienza individuali". L'assessore Cutini è costretta a smentire le voci diffuse in queste ore nel quartiere Alessandrino, borgata del V Municipio: il palazzo abbandonato in via Casilina 939, angolo via della Bella Villa, non ospiterà alcun rifugiato. 

Ne sarà la soluzione definitiva per i minori di viale Morandi, spostati all'Infernetto dopo le ormai note scene di guerriglia urbana che hanno infiammato Tor Sapienza. La voce in zona gira da giorni, ma ad acuire i sospetti dei cittadini è stato uno striscione, comparso davanti all'edificio. "Non ci pensate, non ci provate, qui non ce li portate", firmato "Borgata Alessandrino". Volantino-4-16

I residenti hanno diffuso un volantino [IN FOTO], dove già organizzavano "un incontro pacifico tra abitanti e commercianti del quartiere per il 21 novembre alle ore 19". Un confronto senza "strumentalizzazioni politiche", invocato per capire "come muoversi" in caso di veridicità della voce. Ora però c'è la smentita. E a quanto pare per il gruppo di rifugiati non ci sarà nessun centro di accoglienza. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"Per i ragazzi trasferiti da Tor Sapienza abbiamo sempre parlato di una soluzione provvisoria - ha spiegato Cutini - In queste ore stiamo definendo un percorso più adatto alle loro esigenze e alla loro storia, fatta di disagio e sofferenza”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Drive in dove fare i tamponi a Roma: gli indirizzi. L'elenco completo

  • Coronavirus Roma, tamponi rapidi a 22 euro: l'elenco dei laboratori privati dove farlo

  • Coronavirus, a Roma 342 nuovi casi. L'allarme di D'Amato: "Siamo a livello arancione". I dati Asl del 16 ottobre

  • Coronavirus, a Roma 462 casi: sono 939 in totale nella regione. C'è un nuovo focolaio nel Lazio

  • A Roma la stretta anti Covid, Raggi chiede più controlli: nel week end task in campo tra movida e periferie

  • Coronavirus, a Roma 494 casi. Nel Lazio 994 nuovi contagi

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
RomaToday è in caricamento