rotate-mobile
Domenica, 16 Gennaio 2022
Alessandrino Centocelle / Via Prenestina, 510

Via Prenestina: ex sede del municipio VII dimenticata, tra erba alta e nidi di vespe

Per quale ragione nessuno interviene a sistemare il giardino? Difficile stavolta appellarsi a casse vuote e carenza di risorse, perché c'è chi, almeno sulla carta dovrebbe già occuparsene. L'interrogazione del consigliere Giuliani

Erba alta, siepi non curate, foglie dappertutto e resti di palme nel giardino, diventati dimora oltre che di un numero spropositato di zanzare, anche di un pericoloso nido di vespe. La sede dell'ex municipio Roma VII, in via Prenestina 510, completamente abbandonata al degrado, è oggetto di un'interrogazione del consigliere Claudio Giuliani, capogruppo di Forza Italia in municipio. 

Per quale ragione nessuno interviene a sistemare il giardino? Difficile stavolta appellarsi a casse vuote e carenza di risorse, perché c'è chi, almeno sulla carta dovrebbe già occuparsene. Nella seduta del 26 aprile 2011, l'allora VII municipio stipulava una convenzione con l’Ags Porta Portese che gestisce il mercato domenicale in piazza Pino Pascali. L'associazione riconosceva al parlamentino 500 ore lavorative da destinare alla "Manutenzione e decoro di spazi verdi all’interno delle Scuole, dei Centri Anziani e del Municipio VII".

Ma, a giudicare dalle condizioni in cui versa la sede dell'ex circoscrizione (ancora attiva dopo l'accorpamento), a pulire non passa nessuno da tempo. Nell'interrogazione si chiede poi "in base a quale criterio sono state autorizzate e utilizzate parte delle ore per interventi su sedi stradali come viale della primavera o via Boglione, mentre non un'ora di quelle prestazioni è stata effettuata come previsto nella convenzione di cui alla delibera 6 del 26 Aprile 2011 tutt'ora vigente". Si richiede inoltre "di conoscere l'utilizzo delle ore di cui sopra e il totale delle ore restanti". 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Via Prenestina: ex sede del municipio VII dimenticata, tra erba alta e nidi di vespe

RomaToday è in caricamento