CastelliToday

Velletri: il consigliere Giorgio Greci annuncia la sua candidatura a sindaco

Sebbene le elezioni amministrative a Velletri saranno nella primavera del 2018, il consigliere di opposizione Giorgio Greci batte tutti sul tempo e annuncia la sua candidatura a sindaco

Il consigliere comunale Giorgio Greci

Classe 1973, medico, consigliere comunale di opposizione nella lista civica Live batte tutti sul tempo e lancia la sua candidatura a sindaco di Velletri: Giorgio Greci in vista delle elezioni amministrativa della primavera del 2018 è deciso a scendere in campo per la fascia tricolore di primo cittadino.

Con un evento in grande stile al Teatro Ugo Tognazzi, Greci ha lanciato la sua candidatura per Velletri che "dovrà essere messa nelle condizioni di rialzare la schiena, con orgoglio e senso d'appartenenza, riacquisendo innanzitutto l’orgoglio e la fierezza di sentirsi velletrani, come tutti noi ci sentiamo e ci piace essere chiamati - parole del candidato - Il mettersi a capofitto su un progetto di rilancio, rimboccandoci le maniche ed escogitando soluzioni che siano davvero decisive, non ci spaventa affatto. Sono qui per restituire una speranza nel domani di una città cui interi versanti sono in sofferenza, dalle famiglie, che non sempre hanno trovato le opportune risposte dalle politiche sociali, al commercio, che è in profonda sofferenza non solo per le contingenze di questo preciso momento storico ".

La candidatura di Greci si presenta come alternativa a quella del Partito Democratico che dovrà scegliere il successo del sindaco Fausto Servadio al suo secondo mandato e impossibilitato a ricandidarsi e già sono state poste le basi per una futura coalizione che non esclude le primarie: "Non voglio prevaricare nessuno e non ho paura di confrontarmi con alcuno. Sono e rimango una persona che proviene dalla società civile, che si è messa a disposizione con umiltà e spirito di servizio. Non stopperò le ambizioni di nessuno; sono partito 18 mesi prima proprio perchè non amo le cose fatte all'ultimo minuto. Ma amo la mia città e voglio ritagliare sui suoi bisogni il nostro programma. Faccio un appello a chi abbia eventualmente le sue ambizioni a mettersi in gioco e voglia confrontarsi con me, anche con lo strumento delle Primarie: l'importante è che ci sia una regola di fondo, che si fondi su una tempistica certa, non andando oltre un anno di distanza dalle elezioni perchè non ho affatto intenzione di perdere tempo, dovendo dedicarlo totalmente ai cittadini".

Per il programma elettorale già ci sono alcuni punti da cui partire: "In primo piano dovranno esserci le battaglie legato allo sviluppo economico e alla mobilità - sono le parol di Greci - all'abbattimento delle barriere architettoniche e al rilancio del comparto agricolo ed artigianale, passando per le politiche sociali e giovanili, senza dimenticare il recupero urbanistico e il rilancio del centro storico, nonchè il decoro urbano e la sicurezza, passando per il commercio e la valorizzazione dell'esistente, a partire da prodotti tipici di una città che ha tanto da vantare e tanto da esaltare". 

 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Vigili nella bufera, Raggi guarda Report e decide di ruotare gli agenti. In bilico il comandante Napoli

  • Primark inaugura a Roma: lunghe file dalle prime ore del mattino

  • Roma, la mappa del contagio dell'ultimo mese: ecco i municipi e i quartieri con più casi

  • Apre Maximo Shopping Center, un nuovo centro commerciale a Roma: 160 negozi sulla Laurentina. Grande attesa per Primark

  • La pasticceria di Roma premiata con "Tre Torte" dal Gambero Rosso: è tra le migliori d'Italia

  • Tamponi in farmacia a Roma e nel Lazio: dove farli. L'elenco completo e gli indirizzi

Torna su
RomaToday è in caricamento